Cambio manuale morto? No, è solo in fase di rivoluzione

Cambio Manuale - Schaeffler_2015_E-Clutch

Cambio manuale, emblema della sportività assoluta, non è morto! E’ solo in fase di piena rivoluzione, ad iniziare dalle nuove frizioni elettro-attuate

Il cambio manuale, emblema della sportività assoluta, non è morto! E’ solo in fase di piena rivoluzione, ad iniziare dalle nuove frizioni elettro-attuate. Per anni abbiamo sentito parlare del cambio manuale di come stia lentamente diminuendo la sua presenza nella storia automobilistica. In effetti sulle vetture da città e sugli incrociatori autostradali, è sempre più raro trovarsi di fronte ad un cambio manuale.

Ma c’è una nicchia di mercato dove sta riprendendo piede: le auto sportive. Mentre BMW accampa ogni tipologia di scusa per eliminare le trasmissioni manuali dalle motorizzazioni dove non c’è un’elevata richiesta, altre case ne foraggiano lo sviluppo. Esempio recente è la nuovissima Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, dove è stata presentata prima con il cambio manuale a 6 rapporti e successivamente le verrà affiancata la trasmissione automatica ZF ad 8 rapporti. Si spera che, anche BMW, possa continuare ad offrire cambi manuali su alcuni modelli di nicchia.

Uno dei fornitore chiave di BMW e MINI, Schaeffler, sta attualmente lavorando a diversi miglioramenti alle trasmissioni manuali che iniziano con quello che viene considerato l’E-Clutch.

L’idea è nata dalla necessità di aumentare l’efficienza del comparto trasmissione e migliorarne confort e “usabilità”. Ma andiamo con ordine:

Electronically Support Clutch

A seconda del partner, il nuovo sistema E-Clutch può controllare la frizione in situazioni di guida specifiche, oppure interamente automatizzare l’azione. Per la prima volta questo potrebbe portare a strategie di integrazione del risparmio di combustibile come la guida “vela” o semplicemente una frizione a supporto elettronico per il cambio manuale. In breve si apre la strada per l’ibridazione dei cambi manuali – indispensabili per il loro mantenimento sul mercato in un mondo di serrate normative ambientali.

Intelligent Clutch Pedal

Nel concetto clutch-by-wire, il collegamento meccanico o idraulico tra il pedale ed il sistema di rilascio della frizione è completamente sostituito. La forza opposta sul pedale del sistema di rilascio della frizione, che non è più necessaria, è ora generato da una nuova regolazione della forza da applicare sul pedale sviluppato da Schaeffler.

Questo contiene un ulteriore sensore che invia un segnale alla posizione del pedale ad un attuatore della frizione. Il guidatore non è quindi immediatamente a conoscenza del collegamento elettronico, ma continua a guidare normalmente con un cambio manuale. Un recente sviluppo, mediante un attuatore intelligente impegna l’effettiva apertura e chiusura della frizione in tutte le situazioni di guida. Si tratta di un attuatore di base che include tutta l’elettronica, l’e-engine, ed un azionamento a vite senza fine.

Il collegamento con l’azionamento della frizione è di tipo meccanico o idraulico a seconda dell’applicazione. La struttura modulare significa che è universalmente applicabile, riducendo il tempo di sviluppo ed i costi complessivi del sistema. Questo è un fattore importante per mantenere i vantaggi di costo delle trasmissioni manuali rispetto alle trasmissioni automatiche.

Pedal-less Clutch

Elettronic Clutch Management (ECM) è tecnicamente basato sullo stesso sistema della Clutch-by-wire, ma senza un pedale della frizione. Un sensore fornisce il segnale di disimpegno quando il pilota cambia marcia. Ed automaticamente riaggancia la frizione una volta che la marcia è stata inserita dalla leva del cambio manuale. L’elevato grado di automazione nella ECM fornisce una buona base per l’integrazione di un motore elettrico nella catena cinematica. Usando una batteria adatta in un sistema elettrico a 48V di bordo, potrà esser utilizzato per guidare il veicolo quando il motore a combustione interna non è in funzione, per esempio, nelle manovre di parcheggio, nel “traffic jam” o alla guida urbana nelle condizioni di bassa velocità.

“ECM fornisce una tecnica elegante ed economica per esser al passo delle installazioni low-hybrid, che non possono essere raggiunte con un cambio automatico”

spiega Kneissler.

Il sistema E-Clutch apre non solo nuove prospettive per le trasmissioni manuali, ma questa configurazione potrebbe fornire un accesso in nuovi mercati e segmenti di mercato per trasmissioni ibride.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 10 luglio 2016

    […] Cambio manuale morto? No, è solo in fase di rivoluzione sembra essere il primo leggi la […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *