BMW X3 E83




LCI (Settembre 2008)

BMW X3 E83

Gamma lungo gli anni:

Diesel

  • X3 2.0d 150 CV (10-2004 / 09-2007)
  • X3 2.0d 177 CV (09-2007 / 09-2008)
  • X3 3.0d 204 CV (09-2003 / 09-2005)
  • X3 3.0d 218 CV (09-2005 / 09-2008)
  • X3 3.0sd 286 CV (09-2006 / 09-2008)
    _
  • X3 xDrive20d 177 CV (09-2008 / 09-2009)
  • X3 xDrive30d 218 CV (09-2008 /03-2009)
  • X3 xDrive35d 286 CV (09-2008 / 03-2009)

Benzina

  • X3 2.0i 150 CV (09-2005 / 09-2008)
  • X3 2.5i 192 CV (09-2003 / 09-2006)
  • X3 2.5si 218 CV (09-2006 / 09-2008)
  • X3 3.0i 231 CV (09-2003 / 09-2006)
  • X3 3.0si 272 CV (09-2006 / 09-2008)
    _
  • X3 xDrive20i 150 CV (09-2008 / 03-2009)
  • X3 xDrive25i 218 CV (09-2008 / 03-2009)
  • X3 xDrive30i 272 CV (09-2008 / 03-2009)

DIFETTI:

  • Spellamento tasca laterale porta guidatore, spellatura volante.
  • Spellamento della plastica zona porta bicchieri sotto il bracciolo.
  • Spellamento della plastica della mascherina volante (per volante sportivo 3 razze sia con comandi che senza)
  • Sensore di sterzo: del grasso lubrificante sporca il sensore ottico, mandando in tilt i sistemi che dipendono da questo. (ESP, controllo foratura pneumatici, rientro frecce). Con un eccellente report qui sul forum si dimostra come una semplice pulizia del sensore (con semplice prodotto per pulizie) risolva tutto, in BMW invece sostituiscono il pezzo a prezzi ovviamente BMW.
  • Malfunzionamento Blocca sterzo elettrico.Le cause possono variare dalla batteria non perfettamente carica all’aver parcheggiato con lo sterzo non perfettamente dritto. La centralina dopo qualche attivazione nella quale registra più resistenza nel normale da il segnale di malfunzionamento, anche se il meccanismo non ha assolutamente nulla. Inutile dire cosa fanno in concessionaria…cambiano il pezzo e via!
  • Verniciatura molto debole, basta un niente per graffiare la carrozzeria.
  • Fruscii aerodinamici provenienti dagli specchi retrovisori esterni e dal montante “B” alle velocità elevate. (circa 130 km/h)
  • Compressore clima dedito ai bloccaggi in situazioni di alto carico
  • Navigatore lento nei passaggi e possibili bloccaggi a causa di sovrapposizione nelle operazioni da eseguire.
  • Meccanismo di sollevamento del monitor del navigatore che si inceppa.
  • Rottura del telaio che sorregge il tetto panoramico. Le cause possono essere ricercate in:
    1. Utilizzo prolungato nel tempo;
    2. Deterioramento dei materiali;
    3. Avverse condizioni climatiche.

    In particolare il caldo provoca una dilatazione dei materiali che con l’apertura del tetto a lungo andare danneggia parte del meccanismo di apertura.

Motori Benzina:

  • Rottura frequente su tutti i motori benzina delle bobine e soppressori annessi.
  • Motore N52: Parzializzando e poi schiacciando repentinamente a volte la sonda lambda taglia l’alimentazione.
  • Motore N52: versione 2.5 benzina – Elettrovalvole solenoidi del VANOS (fino a 7/2008)
    Per errore di progettazione può capitare che si inceppino meccanicamente.
    Risolto con nuovo ricambio cod. 11 36 7 585 425 e riprogrammazione DME.
  • Per il sistema VANOS, abbiamo un topic unico dove racchiude tutto lo scibile in merito e i rimedi da applicare nel caso in cui possa sorgere questo fastidioso problema.

Motori Gasolio:

  • Attuatore turbocompressore che si incastra con conseguente rottura della turbina (in un sondaggio si è accertata la rottura di quest’ultima in circa il 30% delle vetture X3 2.0d in particolare)
  • Rottura del gruppo turbocompressore, dovuta in prevalenza ad una difetto di lubrificazione dell’alberino della girante
  • Allentamento e rumorosità marcata catena di distribuzione (N47) sostituzione in garanzia o della distribuzione e relativa catena e tendicatena, o dell’albero a gomiti o dell’intero propulsore. Problema risolto da Marzo 2011
  • Cedimento repentino della Puleggia-smorzatore dell’albero motore con relativo desciappamento della cinghia servizi.
  • Eccessiva incrostazione del collettore di aspirazione che determina sulle versioni euro 4 l’accensione della spia malfunzionamento motore.

Trasmissioni:

  • Rottura del ripartitore di coppia dovuto in prevalenza alla nascita di laschi sul cuscinetto posto nell’albero di trasmissione posteriore e successivo scatenamento della catena di trasmissione interna
  • Consumo eccessivo della vite senza fine e dell’ingranaggio del motorino attuatore frizione sul ripartitore di coppia.