BMW X5 G05: al Nurburgring per affinare la dinamica


BMW X5 G05

BMW X5 G05: la prossima generazione si scatena al Nurburgring per gli ultimi test dinamici. Si confermano le voci di evitare il facelift per BMW X5 F15

BMW X5 G05: la prossima generazione si scatena al Nurburgring per gli ultimi test dinamici. Si confermano le voci di evitare il facelift per BMW X5 F15. Questo conferma le voci circa il futuro della BMW X5 ed un ciclo di vita molto più breve per l’attuale BMW X5 F15, che avrà così solo 5 anni. La nuova BMW X5 G05 debutterà nel 2018.

La nuova BMW X5 G05 sarà costruita sulla nuova piattaforma modulare CLAR (CLuster ARchitecture, NdR) o conosciuta con il codice interno “35up”, che darà i natali anche al prossimo SUV di BMW: la BMW X7. Anche se i due modelli non saranno lanciati in contemporanea, l’impianto di Spartanburg inizierà la produzione di entrambi nel 2018. Tuttavia, se vi aspettate un drastico cambiamento di aspetto, riponete le vostre speranze. La nuova BMW X5 G05 non si distaccherà molto dall’estetica del modello attuale per quanto riguarda gli esterni.

La gamma Ciclo Otto

Sottopelle ci saranno i più grandi cambiamenti, con la vettura che riceverà un nuovo sistema di infotainment (iDrive 4.0), nonché nuovi motori sotto il cofano.

I modelli BMW X5 xDrive35i saranno sostituiti dagli BMW X5 xDrive40i, che andranno ad utilizzare il nuovo 6 cilindri modulare, da tre litri,  B58; il medesimo motore che si può trovare sulla BMW 340i, per esempio.

Con una potenza stimata in 235 kW / 320 CV, avranno un aumento di potenza rispetto alle unità N55, fino ad ora utilizzate. Al contempo avranno migliori consumi di carburanti e, naturalmente, minori emissioni inquinanti.

Invariati i V8 da 4.4 litri con tecnologia TwinPowerTurbo per le BMW X5 xDrive50i e BMW X5M.

La gamma Ciclo Diesel

Sul lato diesel la nuova BMW X5 xDrive35d si evolverà nel modello BMW X5 xDrive40d, che sarà disponibile anche negli Stati Uniti.
Anche in questo caso, i vecchi motori diesel N57, saranno sostituiti dalle nuove unità B57, sempre 6 cilindri e da tre litri, in grado di erogare 195 kW / 265 CV per i modelli entry-level, toccando i 235 kW / 320 CV per le varianti Bi-turbo.
Ovviamente non mancherà il modello BMW X5 M50d, che con il nuovo 3.0 litri Quad-Turbo è in grado di esprimere ben 294 kW / 400 CV ed oltre 700 Nm di coppia motrice.

Entry Level di gamma, il nuovo B47S da 2.0 litri con sovralimentazione Bi-Turbo da 231 CV. Anche questo disponibile con la singola trazione posteriore o integrale xDrive.

L’ibrido

La gamma BMW iPerformance sarà riproposta in toto, con alcune migliorie sull’autonomia della vettura e sul motore elettrico utilizzato. Il modello BMW X5 xDrive40e sarà ugualmente riproposto, grazie all’utilizzo del nuovo B48 da 2.0 litri a cui verrà accoppiata l’unità elettrica.

Potrebbero interessarti anche...