Ufficiale: la nuova BMW Serie 2 Active Tourer

BMW Serie 2 Active Tourer

BMW Serie 2 Active Tourer

BMW Serie 2 Active Tourer: Evoluzione e Rivoluzione con la prima BMW a trazione anteriore,  che si presenta al pubblico come un modello di rottura senza precedenti

BMW è stata l’icona della vettura a trazione posteriore per antonomasia. Guida sportiva, motori 6 cilindri in linea, ed una serie di accorgimenti atti a concentrare tutto intorno ad un’esperienza di guida senza pari. Ora i tempi cambiamo, ed un’azienda non può rimanere impassibile di fronte al mondo che muta. Ecco a voi la prima BMW a trazione anteriore e con propulsori 3 cilindri in linea: la nuova BMW Serie 2 Active Tourer. Dopo la Coupè, la Active Tourer è la seconda variante della gamma Serie 2 che si presenta al pubblico come un modello di rottura senza precedenti.

Le dimensioni

La nuova BMW Serie 2 Active Tourer abbina delle dimensioni compatte, con una lunghezza di soli 4’342 millimetri, una larghezza di 1’800 millimetri, e un’altezza di 1’555 millimetri, con una generosa sensazione di spaziosità, ideale per soddisfare le crescenti richieste di mobilità nell’ambiente urbano. Una vettura adatta alle famiglie, a chi è sommerso negli impegni personali e dell’intera comunità in cui vive: che sia accompagnare i figli a scuola, portare il proprio animale domestico ad eseguire una toilettatura o semplicemente prender parte ad una gita fuori porta, la nuova BMW Serie 2 Active Tourer è l’auto ideale per la sua versatilità. I nuovi motori turbo a tre e quattro cilindri, un ampio pacchetto di misure BMW EfficientDynamics e un esteso collegamento in rete attraverso BMW ConnectedDrive sono le caratteristiche salienti di questo nuovo modello BMW.

Massima versatilità e funzionalità

La praticità nell’uso giornaliero si riflette nel volume del bagagliaio, variabile da 468 a 1.510 litri, e nello schienale del divanetto posteriore, diviso e ribaltabile nel rapporto 40:20:40. Grazie al divanetto posteriore scorrevole, lo spazio della zona posteriore è utilizzabile con la massima versatilità, così da poterlo allungare per le gambe oppure per aumentare il volume di carico. L’accesso particolarmente comodo al bagagliaio è assicurato dal grande e largo cofano posteriore dall’ampia apertura. A richiesta, esso è apribile e chiudibile automaticamente premendo un pulsante oppure, in modo particolarmente confortevole, attraverso il comando a gesti con lo Smart Opener.

Ultima generazione di motorizzazioni con propulsori a tre o quattro cilindri

Al momento di lancio della nuova BMW Serie 2 Active Tourer saranno disponibili tre motori a tre e quattro cilindri, della nuova generazione di motorizzazioni tutti dai consumi ridotti. Particolarmente interessanti sono la struttura compatta, la sistemazione in posizione trasversale rispetto alla direzione di marcia, l’equipaggiamento con la tecnologia BMW TwinPower Turbo e il rispetto della norma antinquinamento Euro 6.

Di serie la vettura è dotata di un cambio manuale a sei rapporti sviluppato ex novo. A richiesta, il motore a tre cilindri è combinabile anche con un cambio Steptronic a sei rapporti. Per i motori a quattro cilindri è stato sviluppato un nuovo Steptronic a otto rapporti che tiene conto delle particolarità del concetto di trazione anteriore e della posizione trasversale del motore rispetto alla direzione di marcia. Tutti i cambi sono equipaggiati con la funzione Start Stop automatico.Nelle versioni Steptronic la funzione sailing contribuisce ad aumentarne l’efficienza.
La base comune dei nuovi motori utilizzati nella BMW Serie 2 Active Tourer è un concetto costruttivo modulare, di configurazione in linea e cilindrate di 500 cc per cilindro. Il motore di base, interamente in alluminio e termodinamicamente ottimizzato, così da essere molto leggero ed equilibrato, si distingue perché offre dei valori di attrito particolarmente bassi.

Il basamento è stato realizzato secondo il principio Closed-Deck ed è particolarmente rigido; inoltre le canne dei cilindri unite termicamente o rivestite applicando la tecnica di spruzzatura ad arco elettrico a filo consentono di risparmiare del peso e di ridurre l’attrito. Un albero contrappesato (tre cilindri) e due alberi contrappesati (quattro cilindri) che ruotano in senso contrario assicurano la silenziosità di esercizio nell’intero arco di regime. Ulteriori elementi comuni sono il supporto identico del motore e il collegamento con il circuito di raffreddamento, la sezione di aspirazione e di scarico nonché l’impianto di riscaldamento e di climatizzazione. 

Una caratteristica di tutti i motori a benzina è il turbocompressore integrato nel collettore di scarico; il sistema di raffreddamento a liquido non serve solo il collettore, bensì anche l’involucro della turbina in alluminio. I percorsi brevi dei gas di scarico fino al sistema di sovralimentazione favoriscono una risposta rapida, mentre la fase di riscaldamento estremamente corta riduce l’attrito interno del sistema e, conseguentemente, il consumo di carburante. La posizione del catalizzatore vicino al motore e la valvola di regolazione della pressione di sovralimentazione a controllo elettrico (wastegate) migliorano inoltre il comportamento di emissioni del motore a benzina.

Cambio manuale a sei rapporti di serie

Il cambio manuale a sei marce apporta un contributo importante all’efficienza dei propulsori. Il cambio è stato costruito sulla base del cambio attuale, ma adattato alla trazione anteriore e al motore montato trasversalmente rispetto alla direzione di marcia. La scatola del cambio funziona a rendimento ottimizzato e definisce dei nuovi parametri di riferimento nel segmento di appartenenza, anche a livello di peso. I due interventi determinano un sensibile calo dei consumi. Sincronizzatori multipli, realizzati in carbonio, migliorano il cambio di rapporto, consentendo al guidatore dall’indole più sportiva di eseguire le cambiate velocemente, con uno sforzo minimo. Un supporto supplementare lo offre il nuovo sensore di marcia che nella modalità sportiva determina la massima precisione di regime, così da consentire dei cambi-marcia dinamici fino al regime successivo ottimale.

A richiesta cambio Steptronic a sei e otto rapporti

Anche i cambi automatici sono stati sviluppati ex novo e sono stati adattati perfettamente alle caratteristiche dei motori. Il cambio Steptronic a sei rapporti è riservato ai motori a tre cilindri, mentre il cambio Steptronic a otto rapporti (di serie nella BMW 225i Active Tourer) viene abbinato ai motori a quattro cilindri. In entrambi i casi il comando idraulico e il convertitore di coppia funzionante con la massima precisione assicurano una sportiva dinamica di cambiata, dei cambi-marcia confortevoli e un’elevata efficienza. Oltre ai tempi di cambiata e di reazione brevi e all’innesto diretto del rapporto finale, che prevede scalate di più di una marcia, il software mette a disposizione diverse strategie di cambiata che supportano sia uno stile di guida sportivo che confortevole oppure orientato a un basso consumo di carburante, il cui controllo avviene

Il nuovo propulsore celebra la propria anteprima in un modello del core-brand BMW, la BMW 218i Active Tourer che – in abbinamento ad un cambio manuale a sei rapporti, realizza un consumo di carburante nel ciclo urbano/extraurbano/combinato: 6,1/4,2/4,9 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 115 g/km).
Il motore da 1.500 cc di cilindrata e 100 kW/136 CV, estremamente brioso ed elastico, reagisce con la massima rapidità ai comandi del guidatore impartiti attraverso il pedale dell’acceleratore. Grazie alla loro particolare costruzione, nei motori a tre cilindri non si formano forze d’inerzia di primo e secondo ordine.

Per aumentare ulteriormente la rotondità di esercizio nell’intero arco di regime del propulsore BMW, è stato montato un albero contrappesato. attraverso il tasto di selezione della modalità di guida. Inoltre, il nuovo cambio Steptronic offre la funzione Start Stop automatico e la funzione sailing. Il cambio Steptronic a otto rapporti è dotato di Launch Control (vedi anche il capitolo assetto).

Al momento di lancio, il modello top di gamma sarà la BMW 225i Active Tourer (consumo di carburante nel ciclo urbano/extraurbano/combinato: 7,6/5,0/6,0 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 139 g/km)*. Grazie a 170 kW/231 CV, a un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi* e a una velocità massima di 235 km/h*, il quattro cilindri definisce dei nuovi primati di dinamismo nella categoria di appartenenza.

Nella BMW 218d Active Tourer (consumo di carburante nel ciclo urbano/extraurbano/combinato:: 5,0/3,6/4,1 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 109 g/km)* lavora un propulsore diesel a quattro cilindri da 110 kW/150 CV. Analogamente ai due motori a benzina, esso fa parte della nuova famiglia di motorizzazioni e mette a disposizione una coppia di 330 N m. Le straordinarie caratteristiche dinamiche dei motori diesel BMW vengono evidenziate anche da questo propulsore che accelera la BMW 218d Active Tourer da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi* e raggiunge una velocità di punta di 205 km/h*.  (*Valori provvisori)

La BMW nel segmento delle automobili a trazione anteriore

Analogamente a tutti i modelli BMW, anche la nuova BMW Serie 2 Active Tourer viene caratterizzata dalla dinamica e da un’esperienza di guida tipica del marchio. L’assetto sviluppato ex novo con asse anteriore a snodo unico centrale (McPherson) e asse posteriore multilink combina agilità e fedeltà di traiettoria con un elevato livello di stabilità di guida e di comfort delle sospensioni.

“L’asse anteriore della nuova BMW Serie 2 Active Tourer, che trasmette la forza motrice, è stato tarato con la massima precisione per offrire la migliore dinamica di guida possibile e un feedback dello sterzo incredibilmente puntuale”.

Ci dobbiamo fidare di BMW? Lo scopriremo con una prova su strada in anteprima non appena arriverà nelle concessionarie dell’elica.

Lo sterzo elettromeccanico e la configurazione funzionale del sistema regalano un’impressione di guida esente da disturbi causati dal propulsore.

Pacchetto M Sport assicura la massima presenza
Due ulteriori Line di equipaggiamenti offrono una personalizzazione degli interni e del design esterno, estendendo la dotazione della versione di base. La Sport Line sottolinea gli elementi dinamici, mentre la Luxury Line accentua l’eleganza e l’esclusività. Il pacchetto M Sport, disponibile a partire da novembre, metterà a disposizione ulteriori possibilità di personalizzazione. La presenza sulla strada della BMW Serie 2 Active Tourer verrà sottolineata al massimo grazie al pacchetto di aerodinamica M, all’assetto M Sport, ai cerchi da 17 oppure 18 pollici e, negli interni, grazie al volante in pelle M e ai sedili sportivi con rivestimenti particolari. Alla fine dell’autunno la gamma di modelli sarà completata dalle varianti dotate del sistema di trazione integrale intelligente xDrive.

Ulteriori motorizzazioni a partire dall’autunno: BMW 220i, 220d e 216d Active Tourer, BMW xDrive per motori a benzina e diesel selezionati.

BMW completerà entro l’anno la gamma di motorizzazioni della BMW Serie 2 Active Tourer con tre ulteriori propulsori e la trazione integrale intelligente xDrive che verrà offerta per un modello a benzina e una variante diesel. Oltre alla BMW 220i, alla BMW 220d e alla BMW 216d, entro la fine dell’anno la gamma di modelli sarà completata dalle varianti xDrive della BMW 220d e della BMW 225i Active Tourer.
Agli interni, purtroppo, notiamo già qualche pecca nella realizzazione delle guide dei sedili (lasciate inspiegabilmente a vista) ed una plancia che sembra “vuota” nella parte centrale. Ma saremo felici di esser smentiti non appena eseguiremo una prova su strada approfondita.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Michele Salamina ha detto:

    Salve, la ZF ha sviluppato un cambio a automatico 9 rapporti per i motori disposti trasversalmente. Pensavo venisse usato questo.

  2. Carlo ha detto:

    Ma il modello ibrido quando.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *