BMW i3: nuove foto spia degli interni


Manca quasi un anno all’arrivo della nuova BMW i3. La piccola e rivoluzionaria “utilitaria” concentra in pochi metri cubi un grosso travaso di tecnologia meccanica ed elettronica.

Se da un lato c’è un aspetto molto positivo verso la green energy c’è da dire che i punti cruciali, sopratutto nel “vecchio continente”, di una possibile “disfatta” sarebbero da attribuire alla mancanza di incentivi da parte delle istituzioni per i veicoli a propulsione elettrica o ibrida, e la diffusione capillare di punti di rifornimento di energia.

Per le specifiche tecniche della vettura vi rimando al topic ufficiale di presentazione.

Il punto cardine di queste nuove foto spia sono sicuramente gli interni. Non sono definitivi, ma possiamo immaginarci la disposizione dei singoli componenti all’interno del cockpit.

Lo schermo – che sarà di tipo OLED –  posizionato dietro al volante avrà il compito di trasmettere al guidatore tutti i parametri principali di funzionamento della vettura ed i dati del sistema di propulsione elettrico range-extender.

Sulla destra del volante, invece, troviamo un inedito comando “all-in-one” che gestisce le luci, indicatori  di posizione, comando tergicristalli e trasmissione automatica.

Il vero must sarà la connettività. Grazie al nuovo sistema ConnectedDrive si avrà la possibilità di aprire e chiudere le porte della vettura attraverso uno smartphone, di attivare il clacson o il lampeggio diurno per ritrovare la vettura quando ci si trova nelle vicinanze e di localizzare la propria automobile in un perimetro di 1500 metri attraverso il CarFinder. Inoltre, è possibile trasmettere alla vettura delle destinazioni di navigazione identificate attraverso la ricerca locale di Google per utilizzarle nel sistema di navigazione.
Inoltre avremo la possibilità di controllare in remoto la gestione della carica e il controllo e il pre-condizionamento dell’accumulatore di energia e così la climatizzazione degli interni. Il controllo della carica consente all’utente di avviare il processo di carica; l’ora dell’inizio della carica viene regolata attraverso l’orario di partenza inserito. Il sistema di controllo della carica informa inoltre l’utente in qualsiasi momento sullo stato di carica, così da potere verificare in qualsiasi momento se la vettura è carica energia, quanta energia è stata già caricata, l’autonomia momentanea e ad accumulatore completamente carico e quanto tempo di carica sarebbe ancora necessario per completare il processo di carica della vettura. Inoltre, è possibile scegliere liberamente il tipo di corrente utilizzato, da particolarmente pulita a particolarmente economica, a condizione che il cliente abbia un contratto adatto di approvvigionamento di corrente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *