BMW M1, quella biturbo ed a GPL


BMW M1 BiTurbo GPL M88 1977 Oldtimer

Non solo è “strana”, ma questa BMW M1 cela dietro questo aspetto una storia affascinante e – si spera – migliore di quella vissuta sino ad ora

Il 6 cilindri M88 da 3.5 litri è omaggiato di due turbocompressori ed un impianto GPL per infrangere un record di velocità. Questa M1 ha 410 CV e tocca i 301 km/h

L’aspetto esterno fa porre alcune domande: che ha di così strano questa BMW M1? Non avete torto. La cosa più strana è che la storia di questa strana BMW M1 viola completamente bizzarra è rimasta in gran parte un mistero – apparentemente scivolando attraverso le fessure del mondo degli appassionati di BMW.

Fino ad ora. Perché i giornalisti di Top Gear, hanno dovuto sguinzagliare il “reo” ispettore Clouseau, scoprendo una storia affascinante di tentativi di record ad alta velocità, cosa nota negli anni Ottanta, che hanno una duplice anime ed in definitiva abbandono.

Tutto inizia nel 1980, quando una fresca BMW M1 dei primi anni settanta fu consegnata al suo ricco proprietario a Berlino ovest. Ma solo un anno dopo, il numero di telaio 4301150 è stato rubato da un tizio di nome Harald Ertl.

Se sei un appassionato di F1, quel nome potrebbe scatenare i tuoi neuroni. Ertl era un effervescente giornalista automobilistico baffuto, diventato pilota di F1 che aveva più personalità che talento. Ma nel 1980, Ertl voleva stabilire un nuovo record di velocità terrestre per le auto a GPL. La BMW M1, pensò, era l’auto perfetta per il lavoro. 

BMW M1 BiTurbo GPL M88 1977 Oldtimer (4)

Due turbo ed un impianto a gas

Come ben sapete, la BMW M1 non è nata per esser alimentata a GPL. Il tentativo di record è stato un esercizio molto importante per promuovere la nuova tecnologia BP Autogas. La squadra di Ertl ha riadattato il 6 cilindri 3.5 litri M88 di serie della M1, per esser alimentato a GPL, con un bel serbatoio all’interno del baule. Poi sono stati montati due enormi turbocompressori KKK per portare la potenza da 280 CV a 410 CV. Perché la potenza è sempre una buona cosa quando si vuol andare veloci.

Ma la potenza non era l’unica soluzione. Per far scivolare l’M1 nell’aria come un’oca ingrassata, l’intero pacchetto aerodinamico è stato rimodellato per rendere il cuneo, come dire, più fendente. Il muso si è abbassato e ha guadagnato una presa d’aria, gli specchietti laterali sono stati abbinati a quelli più piccoli e più eleganti (per convogliare l’aria verso i condotti NACA nei fianchi) ed un pesantissimo (sono necessarie tre persone per sollevarlo) baule con alettone integrato in acciaio inox, sono stati aggiunti.

BMW M1 BiTurbo GPL M88 1977 Oldtimer (3)

Il 17 ottobre 1981, Harald si mise al volante sul circuito di velocità di Ehra-Lessien, inizio a snocciolare le marce attraverso la lunga leva che spuntava dal cruscotto, fino a quando la BMW M1 non raggiunse l’orizzonte a ben 187.2 mph (301 km/h), battendo il vecchio record di 11.4 mph (circa 18 km/h). Successo!

Purtroppo, la storia ha un brusco stop

Tre anni dopo il record, la BMW M1 è stata venduta da un rivenditore Alpina in Germania a Piet Oldenhof in Olanda. Nel 1984, l’auto era stata ridipinta in argento bicolore e blu, completa di una mano aerografata che afferrava una spada sul cofano. Un tocco di classe.

Poi, dopo essere stato ridipinta, alcuni cretini hanno strappato la coppa dell’olio, rendendo necessario l’utilizzo di un nuovo 6 cilindri M88 che è stato installato nel 1988. Un anno dopo, la BMW M1 è stata venduta all’asta a Parigi a un’agenzia di investimenti giapponese, per poi riapparire in un concessionario in Ilford nel Regno Unito nel 1993. Fu comprato solo per il proprietario che era passato a miglior vita.

BMW M1 BiTurbo GPL M88 1977 Oldtimer (2)

Da allora, è stato lasciato come cimelio di famiglia. 

Tuttavia, di recente, gli specialisti BMW Munich Legends lo hanno  trascinato nel loro laboratorio per vedere se fosse possibile un restauro. Ci hanno detto che non è impossibile, ma sarebbe un progetto che richiederebbe dei fondi quasi illimitati. Quindi, perché non organizzare una colletta per accaparrarsi una delle BMW M1 più pazze del mondo, affinché torni a solcare le strade che gli spettano? 

Foto di Rowan Horncastle

Potrebbero interessarti anche...