BMW Serie 5 G30: 5 stelle nei Crash Test IIHS

BMW M550i xDrive M Performance - BMW Serie 5 G30

La nuova BMW Serie 5 si è aggiudicata il massimo dei voti nei severi Crash Test Americani IIHS

Punteggio pieno per la BMW Serie 5 G30, che nei Crash Test dell’IIHS, ha guadagnato il Top Safety Pick + Award. Un grande traguardo per la berlina di Monaco

BMW Serie 5 G30, il rinnovato modello della casa Bavarese, si è imposto come uno dei modelli più sicuri “oltre oceano”. Grazie ad una buona resistenza agli urti, un sistema di pre-collisione all’avanguardia, oltre ad un sistema di illuminazione di primo livello, è riuscita ad ottenere il massimo dei voti. Inoltre si è guadagnata il premio Top Safety Pick + Award – il punteggio più alto che l’organizzazione dell’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS, NdR) elargisce. 

La nuova Serie 5 non è l’unico modello nella gamma BMW a distinguersi per le innate doti di sicurezza. Sia la BMW Serie 2 e BMW Serie 3 ha guadagnato il rating “plus”, mentre la nuova BMW X1 ha ottenuto il Top Safety Pick Award. La stessa sorte è accaduta alla MINI Cooper, di recente testata e con ottimi voti. 

L’unica altra berlina media di lusso a guadagnare un punteggio similare è la Genesis G80, l’ammiraglia del gruppo Hyundai che non è venduta in Europa.
Vetture vendute anche nel “vecchio continente” come l’Audi A6, Infiniti Q70, e Volvo S90 (con un risultato a sorpresa) si sono guadagnate il Top Safety Pick Award (senza il “plus”). Così come – a sorpresa – la nuova Mercedes-Benz Classe E ha ricevuto un risultato peggiore.

EfficientLightweight Design

Questo risultato è frutto della nuova filosofia di progettazione “Lightweight Design”. Sebbene la nuova piattaforma LK sia utilizzata a partire dalla BMW Serie 7, su BMW Serie 5 non abbiamo l’utilizzo della tecnologica “Carbon Core”.

Con l’approccio EfficientLightweight Design, la nuova BMW Serie 5, ribalta la scelta “conservativa” della F10 e si spinge molto in avanti con l’utilizzo delle leghe di alluminio. Non abbiamo più la sezione frontale in alluminio della E60, ma ci sono molti più elementi che vengono realizzati con questo materiale leggero.
I duomi, le barre anti-intrusione, il montante “D” (dove si sagoma il sedile posteriore), il cofano motore, le portiere, il tetto e per la prima volta il baule posteriore, sono realizzati completamente in alluminio.

Quest’ultima realizzazione ha permesso di ridurre di 4.2 kg la massa dell’attuale G30 rispetto alla BMW Serie 5 F10.

La sua evoluzione telaistica è stata trattata in questo articolo.

I risultati dei Crash Test, ad opera dell’IIHS, sono consultabili in questo PDF

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *