BMW Serie 7 LCI: ufficialmente facelift


La BMW Serie 7 è sempre stata controversa ed ha raggiunto il suo apice sotto forma di creatura “Bangliana”. Grazie però ai sapienti tocchi di Karim Habib (ora responsabile dell’interno design del gruppo BMW,ndr) l’ammiraglia dell’elica bianco-blue riceve un nuovo sguardo con un’apposita fanaleria anteriore con tecnologia LED, un interno rivisto e migliorato nell’isolamento acustico, un aumento della qualità degli interni (percepita e non), il confort di guida è stato oltremodo migliorato e sono stati potenziati i sistemi di infotainment.

Andiamo con ordine.

Design: eleganza e raffinatezza
Se sostanzialmente la BMW Serie 7 è sempre uguale a se stessa, bisogna notare che son le lavorazioni di fino su cui si è andati a porre l’accento. La vettura è più bassa di 8 mm, il frontale è stato ridisegnato completamente, così come il posteriore.
Il nuovo musetto presenta il caratteristico design a “doppio rene” a 9 lamelle (prima erano 12) al quale si aggiungono le nuove ottiche dei fari con tecnologia full LED e Angel-Eyes dal design reinventato.
La presa d’aria inferiore, ridisegnata, ora è divisa in tre sezioni distinte ed una coppia di barre cromate che segnano le sue sezioni esterne, aggiungono ulteriore profondità al look sportivo della vettura.
Due prese d’aria verticali strette sono posizionate ai margini dei fendinebbia, anch’essi con tecnologia LED e fungono da prese d’aria attive per il sistema EfficientDynamics.

Al posteriore i volumi sono sostanzialmente i medesimi, solo sono state ridisegnate le ottiche interne delle luci, ora più marcate, ed una barra cromata unisce le luce di ingombro.
Sui modelli V12, un’ulteriore barra cromata è posta tra i 4 scarichi della vettura.

Sistema Rear Seats Entertainment: quando il lusso è a portata di mano
Oltre a migliorare la qualità degli interni, già eccelsa di suo, si sono introdotte due nuove tonalità e per la Pelle Nappa e per quella Dakota: Ivory White in associazione al Veneto Beige. Contrapposizione di colori che abbiamo avuto modo di apprezzare già sulla BMW Serie 6 Gran Coupè in allestimento Individual.
I sedili vengono ridisegnati, ora offrono più confort, ma son più sottili, garantendo un maggiore spazio ai passeggeri posteriori. Inoltre, che siano sportivi o multifunzione, poco conta il confort è sempre sui massimi livelli.
I sedili standard possono esser equipaggiati a scelta con il tavolinetto posteriore retraibile oppure con il sistema Rear Seats Entertainment che comprende due schermi LED da 9.2 pollici appoggiati ai sedili anteriori.
Se lo spazio vi sembra poco, potete ordinale la versione a passo lungo “L-Wheelbase” che aggiunge ben 140 mm al passo standard e ben 10 mm al di sopra della testa dei passeggeri.

Lightweight design: sicurezza e leggerezza
Una riprogettazione intelligente della vettura, realizzata di un mix di materiali in lega leggera ed acciaio, ha permesso di aumentare, rispetto al modello precedente, la rigidità flessionale del 60 percento circa. Contemporaneamente, la scocca della BMW Serie 7 ha una resistenza torsionale potenziata del 20 percento circa.
Tutto questo anche grazie all’utilizzo di alluminio per tetto e portiere, dove quest’ultime riescono a limare dalla bilancia ben 22 kg.

Motori: cosa muove questa cattedrale?
Tutti i motori della BMW Serie 7 LCI sono equipaggiati con la nuova trasmissione automatica ZF ad 8 rapporti, sistema Auto Start-Stop, Brake Energy Regeneration e la seconda generazione del sistema Driving Experience Switch Off che in modalità ECO PRO consente di abbattere ancora di più emissioni e consumi.
Il sistema di sospensioni a controllo elettronico diviene standard per tutti i modelli, così come una nuova scatola di sterzo elettronico a gestione rivisitata ed una revisioni degli apparati sospensivi, sopratutto per il sistema di sterzata integrale.
La gamma motori spazia dal piccolo 6 cilindri 3.0 litri a benzina da 258 CV (non disponibile su tutti i mercati) sino al possente V12 da 6.0 litri TwinPowerTurbo.
Andiamo nel dettaglio!

BMW 760i: raffinato 12 cilindri
Il motore V12 con tecnologia BMW TwinPower Turbo, iniezione diretta di benzina e di controllo a camme a variazione continua rappresenta l’apice della gamma 7 – nessun cambiamento c’è. Il propulsore interamente in alluminio genera un output di 400 kW/544 CV dalla sua cilindrata 5.972 cc ed eroga una coppia massima di 750 Newton metri (553 lb-ft) disponibile in basso a 1.500 rpm. E ‘abbastanza per spingere la BMW 760i  da 0 a 100 km / h (62 mph) in soli 4,6 secondi e ad una velocità massima limitata elettronicamente di 250 km / h (155 mph). Con risparmio di carburante medio di 12,8 litri per 100 chilometri (22,1 mpg) e le emissioni di CO2 di 299 g / km.

BMW 750i: motore a otto cilindri sviluppa più potenza, ma brucia meno carburante
La versione riveduta del motore a benzina V8 sotto il cofano della BMW 750i sta facendo il suo debutto. Il 4.395 cc ad otto cilindri mantiene la sua impressionante erogazione di potenza regolare e vivace dei suoi predecessori. Tuttavia, viene ottimizzato nel comparto di iniezione ad alta pressione e vengono ridotte le perdite dei cicli di carica – grazie soprattutto al controllo senza soluzione di continuità variabile dell’alzata delle valvole di aspirazione – così da aver spinto il suo potenziale di prestazioni ad un livello superiore rispetto al suo predecessore e sostanzialmente ridotto il risparmio di carburante e le emissioni. Nella sua fase ultima di sviluppo, il motore genera potenza massima di 330 kW/450 CV (+ 10%) e scatena una coppia massima di 650 Nm / 479 lb-ft (+ 8,5%) tra i 2.000 ed i 4.500 giri al minuto. Le potenzialità del V8 TwinPowerTurbo consenteno al BMW 750i di accelerare da 0 a 100 km / h (62 mph) in soli 4,8 secondi e sullo stato di avanzamento ad una velocità massima limitata elettronicamente di 250 km / h (155 mph ). Il motore a otto cilindri smentisce la sua performance migliore con una maggiore efficienza che mai, con un consumo complessivo di carburante di 8,6 litri per 100 km (32,9 mpg) ed emissioni di CO2 registrate a 199 g / km, la BMW 750i trionfi del suo predecessore meno potente di un chiaro 25 per cento.
Nel mercato cinese, la BMW 750i è alimentato da un 4 litri variante del motore con 300 kW/408 CV e 600 Nm (443 lb-ft) di coppia.

BMW 740i: nuovo sei cilindri a benzina vanta un’eccezionale efficienzaIl tre litri a sei cilindri in linea motore si distingue con la sua potenza maestosa e ineguagliabile alti regimi di rotazione carattere. Lo stato dell’arte del propulsore è uno dei prima ondata di motori a benzina ad alta efficienza di mettere insieme la tecnologia BMW TwinPower Turbo con High Precision Injection Benzina diretta, turbocompressore twin-scroll, doppia fasatura variabile Vanos e fasatura variabile delle valvole Valvetronic . Potenza di picco di 235 kW/320 CV e un massimo di 450 Newton metri (332 lb-ft) di coppia a disposizione più in basso di 1.300 rpm fanno di questo ultra-raffinato motore la parità di prestazioni della BMW 740i in uscita. Tuttavia, l’economia di carburante nel ciclo di prova UE è di ben 7,9 litri per 100 chilometri (35,8 mpg), mentre le emissioni di CO2 di 184 grammi per chilometro rappresentano un 21 per cento di riduzione della produzione del suo predecessore.

BMW 730i: entry-level variante di motore con consumi ridotti (non disponibile in tutti i mercati)
Questo collaudato 3 litri sei cilindri in linea a benzina sviluppa 190 kW/258 CV ed una coppia massima di 310 Newton metri (229 lb-ft) a 2.600 rpm. In associazione al nuovo otto cambio automatico consente alla BMW 730i di ottenere un consumo di carburante molto ridotto; difatti, il consumo medio è pari a 8,6 litri per 100 km (32,9 mpg), mentre le emissioni di CO2 di 199 grammi per km sono il 13 per cento al di sotto di quello registrato dal suo predecessore in associazione al cambio automatico con sei marce.

BMW 750d xDrive: nuovo top di gamma TwinPower Turbo motore sei cilindri diesel con intelligente trazione integrale

Debutta anche qui il propulsore diesel “triturbo” (codice progetto FH81) che già abbiamo avuto modo di conoscere. Il nuovo top di gamma dei modelli diesel sotto il cofano della BMW 750d xDrive  da lo slancio a BMW per entrare di diritto in una fascia di mercato dove gli altri non propongono ancora nulla del genere. Il motore diesel più potente al mondo (a 6 cilindri, ndr) che abbia debuttato su una berlina di lusso del segmento F.

Per le specifiche di funzionamento vi rimando all’articolo completo che abbiamo redatto in precedenza. BMW: il nuovo diesel tri-turbo FH81 in dettaglio

Questa tecnologia consente al “classico” 6 cilindri in linea bavarese di esprimere ben 280 kW/381 CV e una coppia massima impressionante di 740 Nm (546 lb-ft) a partire da 2.000 rpm, donando alla BMW 750d xDrive una spinta straordinaria.
Infatti, il classico 0-100 km / h (62 mph) viene coperto in soli 4,9 secondi.
Mentre il consumo di carburante si assesta a 6,4 litri per 100 km (44,1 mpg) nel ciclo di prova UE, il che significa che le emissioni di CO2 sono anche sufficientemente basse e precisamente si fermano a 169 g / km.
Inoltre è disponibile la tecnologia BMW BluePerformance che consente alla nuova ammiraglia diesel di soddisfare gli standard Euro6 comodamente prima del tempo.

BMW 740d: un’ulteriore riduzione dei consumi e delle emissioni

Anche la variante con due soli turbocompressori del modello 740d riceve un aggiornamento, volto a migliorare l’efficienza del noto 6 cilindri in linea. Forte di 230 kW/313 CV, la potenza massima del 3 litri  è di cinque chilowatt superiore a quello del suo predecessore, mentre la coppia massima di 630 Nm / 465 lb-ft (+ 30 Nm / 22 lb-ft) viene ad esser disponibile a partire da 1.500 giri. In associazione al nuovo otto marce automatico, la più potente BMW 740d riesce a registrare il consumo di carburante ancora più basso di 5,7 litri per 100 chilometri (49,6 mpg) costituendo un pacchetto emissivo di CO2 di 149 g / km. Si tratta di un 17 per cento di miglioramento sul suo predecessore.

BMW 730d: diesel più puliti nel segmento del lusso, emette solo 148 g / km

Stesso discorso per il 6 cilindri single turbo, anche qui l’efficienza termodinamica è stata rivista ed affinata. Ora la potenza di picco del 6 cilindri da 3 litri, la cui costruzione rispecchia quella del motore della BMW 740d, è aumentata di 10 kW a 190 kW/258 CV. E la sua coppia massima è anche salita a 560 Newton metri / 413 lb-ft (+ 20 Nm / 15 lb-ft).
Tuttavia, il consumo medio di carburante si ferma 5,6 litri per 100 chilometri (50,4 mpg) nel ciclo di prova UE ed emissioni di CO2 di appena 148 g / km consentono di superare il suo predecessore – che era equipaggiata con un sei marce automatico – del 17 per cento.
Anche sul modello 730d è possibile ottenere – in maniera opzionale – la tecnologia BluePerformance per ottemperare alle norme Euro6.

BMW ActiveHybrid 7: seconda generazione, con sei cilindri a benzina

Il modello aggiornato si distingue per minor consumo di carburante ed emissioni, nonché innovative funzioni ausiliarie. Il propulsore a benzina con tecnologia BMW TwinPower Turbo è il 6 cilindri tre litri che già equipaggia il modello 740i da 235 kW/320 CV al quale si aggiunge il “corrispettivo elettrico” che fornisce 40 kW/55 cv dati dal motore elettrico sincrono. L’accoppiamento tra i due avviene mediante il modulo ibrido installato all’interno del cambio automatico ZF ad 8 rapporti.
L’energia è immagazzinata in una batteria agli ioni di litio ad alte prestazioni e l’elettronica di potenza, alla base della gestione intelligente dell’energia, fa il resto.

Con una potenza in uscita del sistema di 260 kW/354 CV e una coppia massima di 500 Nm (369 lb-ft), la nuova BMW ActiveHybrid 7 accelera da 0 a 100 km / h (62 mph) in soli 5,7 secondi. Allo stesso tempo, i consumi di carburante medio sono pari a 6,8 litri per 100 chilometri (41,5 mpg) e le emissioni di CO2 di 158 g / km. Ciò significa che la tecnologia ibrida più potente consuma circa il 14 per cento in meno di una BMW 740i con un sistema di propulsione tradizionale.

Una serie di funzioni innovative sono coinvolte nel migliorare la dinamica della vettura e raggiungere l’efficienza ottimale del sistema complessivo. Ad esempio, il motore elettrico passa al propulsore sei cilindri un extra di 210 Newton metri (155 lb-ft) di coppia tramite la funzione boost, se il conducente lo richiede. Inoltre, la rigenerazione dell’energia frenante, la funzione Hybrid Start Stop, in modalità ECO PRO valuta la gestione energetica della vettura osservando i cambiamenti di inerzia e valutando in maniera pregressa le possibili variazioni della stessa basandosi su un’analisi della situazione in divenire. Esempio: stiamo richiedendo una potenza extra per un sorpasso, il sistema fornisce il boost necessario ed allo stesso tempo si prepara a ricevere l’extra energetico che sarà dato dalla riduzione di velocità post-sorpasso. La nuova BMW ActiveHybrid 7 può anche funzionare esclusivamente con l’alimentazione elettrica. Se la batteria ibrida sia sufficientemente carica e l’autista va facile sull’acceleratore, l’auto può coprire una distanza di fino a quattro chilometri (poco meno di 2,5 miglia), quasi in silenzio e senza produrre emissioni allo scarico. La velocità massima possibile con il solo motore elettrico è di 60 km / h (37 mph).

BMW xDrive: a richiesta per la BMW 750i, BMW 740d e BMW 730d.

Telaio: le fondamenta per una guida sicura
Rispetto al modello precedente sono stati modificati tutti gli snodi sferici del comparto sospensivo e la taratura standard degli ammortizzatori, in modo da aumentarne il confort ed al tempo stesso non perdere in precisione e piacere di guida.
L’assale anteriore, un quadrilatero trasversale (o alto) è stato completamente riprogettato.
Inoltre la BMW Serie 7 è la prima vettura del mondo equipaggiata con un sistema di ammortizzazione a regolazione elettronica, con ammortizzatori che seguono adattativamente le caratteristiche del fondo stradale e lo stile di guida. La regolazione della fase di compressione e di estensione avviene in modo continuo e separatamente. Questo permette di realizzare una taratura rigida dell’assetto che assicura però delle reazioni sempre confortevoli alle irregolarità del fondo stradale. La linea caratteristica degli ammortizzatori può venire predefinita attraverso il tasto di selezione della modalità di guida. Una taratura ottimizzata del software aumenta il comfort di guida, incrementando contemporaneamente l’agilità della vettura.Quando il guidatore percorre delle curve ad alta velocità o cambia improvvisamente direzione, il sistema di stabilizzazione antirollio Dynamic Drive disponibile per la BMW Serie 7 riduce il coricamento laterale della vettura. Dei sensori rilevano il coricamento laterale momentaneo e lo compensano immediatamente, con la massima precisione, attraverso dei motorini girevoli montati negli stabilizzatori dell‟asse anteriore e posteriore. In questo modo vengono regolati anche il comportamento autosterzante e di cambio di carico della berlina. Le curve possono venire percorse con maggiore agilità e precisione.

Impianto frenante: la potenza non è mai troppa
L’impianto frenante Compound in costruzione leggera con freni a disco ventilati e pinza flottante assicura in ogni situazione degli eccellenti valori di decelerazione, arrestando la berlina in brevissimo tempo anche da elevate velocità. Il sistema garantisce una resistenza estrema e il massimo comfort di frenata. L’impianto frenante viene supportato da modernissimi dispositivi elettronici di sicurezza, riuniti nel sistema di stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control) che favoriscono sia la dinamicità che la sicurezza di guida dell‟ammiraglia di lusso. Le funzionalità del sistema DSC comprendono il sistema antibloccaggio (ABS), il Controllo automatico della stabilità (ASC), il Controllo dinamico della trazione (DTC), il Controllo dinamico dei freni (DBC) e l‟assistente di frenata in curva Cornering Brake Control (CBC).

Sistema Audio: come esser a teatro
L’isolamento acustico è stato migliorato, sopratutto nei montanti B e C dell’autovettura, dove abbiamo uno strato supplementare di isolante, nuove guarnizioni ai finestrini  e specchi retrovisori esterni ridisegnati per ridurre i fruscii aerodinamici.
A questo si aggiunge la disponibilità di un sistema audio Hi-End Bang & Olufsen Sound Sistem Surround da 1200 W e ben 16 altoparlanti, ed alcuni di questi sono posizionati dietro l’alluminio satinato di porte e cappelliera.

Nuovo display multifunzione: tutto a colpo d’occhio
Una caratteristica particolare della BMW Serie 7 è il nuovo display multifunzionale, che fa il suo debutto nella lista delle opzioni.
Al posto dei classici strumenti analogico-digitale, in cui quattro quadranti circolari analogici mantengono il guidatore informato della velocità della vettura, giri motore, livello carburante, temperatura dell’olio, questo valido sostituto, totalmente integrato, di ben 10,25 pollici offre un’esperienza completamente nuova ed accattivante consapevolmente ispirato dagli sguardi dei più recenti dispositivi elettronici.

Il formato familiare di quattro strumenti circolari viene mantenuto qui, ma viene estesa la tecnologia black-panel con tutta una nuova serie di opzioni di visualizzazione. Ad esempio, il display mostra diverse informazioni e diversi colori nelle varie modalità COMFORT, SPORT e modalità ECO PRO, garantendo una maggiore sicurezza ed efficienza.

Mentre la modalità COMFORT offre un layout classico, con quattro strumenti circolari solide, in modalità SPORT ed in quella ECO gli anelli restano aperti per offrire uno spazio aggiuntivo tra i due strumenti per informazioni ulteriori. In modalità ECO PRO il display diventa di colore blu e si trasforma in un contagiri EfficientDynamics che mostra l’efficienza della vettura quando è in marcia. Qui gli automobilisti possono verificare quanto sia difficile avere il piede sull’acceleratore, la quantità di carburante che la vettura sta utilizzando e se ogni energia viene recuperato attraverso il sistema di recupero. Se si preme troppo sull’acceleratore, l’ampio display diventa grigio e li avvisa che si sta bruciando combustibile inutilmente. Una particolare funzione “zoom” del tachimetro può essere attivata anche in modalità PRO ECO e COMFORT, consentendo di aumentare la visualizzazione dell’ago del tachimetro, come una vera e propria lente di ingrandimenti, al fine di migliorarne la visualizzazione.

In modalità SPORT il display si tinge della classica tonalità BMW arancione. Questa modalità di visualizzazione mantiene volutamente un aspetto molto purista e mostra al guidatore solo le informazioni essenziali, in modo che possa mantenere la massima concentrazione sulla strada. Il tachimetro indica la velocità della vettura anche in forma digitale, mentre la marcia attualmente innestata è visualizzata nel mezzo del contagiri se il conducente sta utilizzando manualmente il cambio automatico utilizzando le palette poste al volante.

Infotainment: tutto a portata di mano
Grazie a una serie di funzioni nuove e a una combinazione unica di sistemi di assistenza del guidatore e di servizi di mobilità, BMW ConnectedDrive dimostra nuovamente la propria superiorità tecnica, sottolineando il carattere innovativo della BMW Serie 7. Il collegamento intelligente in rete di guidatore, vettura ed ambiente esterno garantisce il massimo livello di comfort, d’infotainment e di sicurezza a bordo. L‟ampia gamma comprende gli highlight nuovi che permettono alla BMW Serie 7 di rafforzare ulteriormente la propria posizione di leader nel segmento delle automobili di lusso.

  • L’ultima generazione del sistema di navigazione Professional: mai in finora era così potente e ricco di funzioni nuove. Il più famoso sistema di navigazione è stato nuovamente ottimizzato. Menu con visualizzazione completamente in 3D, funzione di dettato per e-mail e SMS, invio di appunti vocali per e-mail, funzioni cartografiche interattive (menu PIE) e l’accoppiamento contemporaneo di due telefoni sono solo alcuni esempi della nuova generazione di sistemi di navigazione.
  • L’optional display multifunzione della strumentazione con diverse possibilità di visualizzazione permette di vivere un‟esperienza di lettura completamente nuova e mette a disposizione un‟elaborazione nuova d‟informazioni importanti per il guidatore.
  • Innovativi sistemi di assistenza del guidatore: ad un ulteriore aumento della sicurezza provvedono adesso il nuovo BMW Night Vision + Dynamic Light Spot e l’High Beam Assistant non abbagliante realizzato con unità LED. Inoltre sono disponibili il Driving Assistant Plus con funzione ACC Stop&Go e l’Active Protection con Driver Attention Assistant. Ulteriori dotazioni sono la Speed Limit Info nella strumentazione combinata o nell’Head-Up-Display con indicazione di divieto di sorpasso attraverso dei simboli ripresi dalla segnaletica stradale. La gamma di innovazioni della BMW Serie 7 viene completata dal BMW Park Assistant che assicura delle manovre di parcheggio confortevoli in direzione parallela alla strada e da un’innovativa funzione di apertura comfort che permette di aprire il cofano del bagagliaio in modo touchless.

BMW Night Vision: riconoscimento tempestivo di persone grazie al Dynamic Light Spot.
L’elemento centrale del sistema di visione notturna è costituito da una telecamera termica ad infrarossi integrata nel doppio rene BMW che fornisce un’immagine video in movimento e permette così di riconoscere degli oggetti che emettono del calore anche a una distanza superiore a quella coperta dalle luci abbaglianti. Il sistema riconosce per tempo pedoni, ciclisti e animali che si trovano anche al di fuori del fascio di luce dei proiettori. La centralina del sistema automatico di riconoscimento persone analizza se il pedone o il ciclista si trova su una rotta di collisione rispetto alla vettura. In caso di un potenziale pericolo per una persona che si muove lungo il margine della strada, il Control Display centrale o il BMW Head-Up-Display avverte il guidatore attraverso una rappresentazione simbolica ad alta definizione. Oltre ai segnali di avvertimento ottici ed acustici, le persone rilevate vengono illuminate dai Dynamic Light Spot. In questo modo, il conducente riconosce subito e in tempo le persone a rischio che si muovono al buio. I nuovi proiettori LED ad alte prestazioni sono stati montati alle due estremità della grembialatura anteriore al posto delle luci fendinebbia e sono girevoli, così da potere illuminare l‟oggetto con la massima precisione, come calcolato dal computer. Inoltre, il High Beam Assistant evita che i Dynamic Light Spot abbaglino altre vetture. Quando non sono attivi, i Dynamic Light Spot sono accesi a bassa luminosità in combinazione con la luce diurna o i fari anabbaglianti.

In caso di necessità il Driving Assistant Plus frena fino all’arresto della vettura.
La Regolazione attiva della velocità Driving Assistant Plus è derivata dal famoso sistema Active Cruise Control con funzione di Stop&Go (ACC Stop&Go). Oltre ai sensori delle ruote Full Range, una telecamera frontale installata nello specchietto retrovisore interno contribuisce ad interpretare meglio la situazione del traffico. Per esempio, quando il traffico è lento o si viaggia in coda, il guidatore può seguire in modo sicuro il flusso, delegando alla vettura l’esecuzione automatica degli avviamenti e delle frenate e l’avvicinamento a un incrocio dove la vettura precedente è già ferma. Grazie alla fusione d’informazioni radar e della telecamera, aumenta il grado di riconoscimento delle vetture e si abbrevia il tempo di reazione del sistema. Qualora dovesse essere necessario un intervento del conducente, per esempio perché la vettura che precede frena improvvisamente, egli viene invitato ad agire attraverso un sistema di avvertimento bistadio. Contemporaneamente vengono abbassati i livelli d’intervento dell’Assistente di frenata, così da inserire la funzione di predisposizione freni. Se all’avvertimento non segue una reazione del conducente, il sistema Driving Assistant Plus decelera automaticamente la vettura e la frena, a seconda della situazione, fino all‟arresto totale.Nel Driving Assistant Plus, il sistema l’Active Cruise Control con regolazione automatica della distanza è stato ampliato di 30 km/h a 210 km/h, così da essere a disposizione nel campo di velocità tra i 30 km/h fino a 210 km/h. Oltre i 210 km/h resta a disposizione la funzione di tempomat intelligente.

Press Release Completa BMW Serie 7 LCI

Gallery Completa BMW Serie 7 LCI

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *