Singer 911: il 6 cilindri boxer AirCooled arriva a 500 CV

Singer 911 Engine by Williams

Singer 911 by Williams GP Engineering Group, è qualcosa di strabiliante. Un 6 cilindri boxer raffreddato ad aria da 4.0 litri che eroga 500 CV a 9’000 rpm

Dall’immortale Porsche 911, rinasce una Singer 911 straordinaria. Non sono cloni, ma reinterpretazioni di una delle vetture iconiche del panorama automobilistico mondiale. E rivive il mito, ed il suono, del 6 cilindri raffreddato ad aria

Singer Vehicle Design annuncia i dettagli di un nuovo livello di restauro e modifica che sono stati commissionati da tre dei suoi clienti per le loro Porsche 911 Air Cooled. Per soddisfare gli obiettivi di elevata potenza, ma conservando la leggerezza della vettura, i restauratori Singer si sono rivolti ad uno specialista. Grazie agli studi condotti da Williams Advanced Engineering, società del gruppo Williams Grand Prix Engineering Group, si è intrapresa una strada molto vicina al mondo Racing per la loro Singer 911. Scopriamo quale.

Un 6 cilindri raffreddato ad aria da 500 CV

Il primo frutto di questo lavoro è l’intramontabile 6 cilindri Boxer della Porsche 911 modificato, aspirato naturalmente, con una cilindrata di 4.0 Litri, quattro valvole per cilindro e quattro alberi a camme. Il risultato? 500 Cavalli.

Il motore beneficia della vasta esperienza del progettista motoristico, nonché famoso ingegnere, Hans Mezger, consulente tecnico del progetto. Rob Dickinson, fondatore di Singer, ha dichiarato:

“Il culmine completo di questo emozionante lavoro con Williams ed altri partner tecnici sarà rivelato a breve e rappresenterà una soluzione stand-alone fortemente orientata verso un guadagno dinamico di alto livello”.

Reinterpretare il mito

Creare una nuova Porsche 911 è una blasfemia: reinterpretarla nella sua forma più affascinante e pura, attingendo agli stilemi tipici degli anni ‘60-’70 è una sfida senza pari. Si inizia adottando la migliore tecnologia disponibile nell’ultima evoluzione del 6 cilindri Air Cooler, ovvero la Porsche 911 della serie 993. Singer Vehicle Design ufficialmente è un preparatore che offre servizi di “profonda” personalizzazione. Si possono trovare esemplari perfetti all’originale dell’epoca, ma con una meccanica completamente stravolta. Il primo veicolo realizzato è stata la “Bahama yellow” del ’69 per poi virare ad una base più moderna, una Carrera 3.2 degli anni ’80.

Poco dopo si decise adottare come basi le 911 della serie 964, prodotte dal 1989 al 1993, poiché più adatte alle esigenze costruttive dell’azienda.  Ed è a questo punto che inizia la “reinterpretazione” di Singer!

Chi è Singer?

Rob Dickinson, designer inglese e cantante (da qui, Singer) nel gruppo “Catherine Wheel”, nei favolosi anni ’70, si innamora della Porsche 911. Lo colpiscono la sua forma a “ciottolo di fiume“, che l’ha resa un’icona in grado di vivere oltre il tempo, A metà degli anni 2000, Dickinson si trasferisce negli States, a New York.

L’idea di base era avere una classica Porsche 911 classica, con delle migliore in ambito comfort e fruibilità; inizia così a personalizzare una 911 del 1969 con cambio automatico “Sportomatic”, color Bahama yellow – molto in voga all’epoca – alla quale allarga i parafanghi in stile racing ispirato alla versione da corsa ST, decorandola con una livrea tono su tono.

Presto detto: venne sommerso dalle richieste di personalizzazione da parte degli appassionati Yankee. Alla luce delle numerose richieste da parte di appassionati riguardanti quella particolare 911, nel 2009 Rob decide di fondare la società Singer Vehicle Design, trasferendosi in California per celebrare la 911, “la migliore auto sportiva al mondo”, secondo le parole dello stesso fondatore.

Sito Ufficiale Singer Vehicle Design

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *