Ufficiale: BMW M6 Coupè e M6 Cabrio

2 porte, 4 posti, 560 puledri scalpitanti ed un sound da godersi in pieno relax lungo tutta la Costa Azzurra, accompagnati da gloriose Bentley e qualche Jaguar che divide con voi il panorama. Intendiamoci questa nuova BMW M6 è lo stato dell’arte delle grandi coupè/cabrio di Monaco, ma la pista non è il suo habitat naturale.

E’ un’auto da godersi ottimamente nel misto-veloce, apprezzare la souplesse del suo nuovo V8 TwinPowerTurbo da 4.4 litri e 560 CV (unità già nota sulla BMW M5 F10) e 680 N m di coppia motrice, e divorare chilometri su chilometri con la sicurezza di aver disponibile una enorme dose di potenza e coppia sotto al vostro piede destro.

Non è una critica la nostra, ma un voler analizzare il Benchmark per cui quest’auto è stata creata o meglio quello in cui riesce meglio.

Sotto l’aspetto meccanico non c’è niente che non conosciamo abbastanza: V8 con tecnologia TwinPowerTurbo (bi-Vanos, VALVETRONIC, HPI, Cross-Bank Exhaust Manifold), trasmissione DRIVELOGIC a doppia frizione con 7 rapporti, differenziale posteriore attivo Active M.
Il V8 TPT eroga ben 560 CV costanti tra i 6’000 e 7’000 rpm ed una coppia monstre di 680 N m da 1’500 a 5’750 rpm, con un regime massimo di rotazione di 7’200 rpm.
Tutto questo consente alla BMW M6 Coupè di coprire il classico 0-100 km/h in appena 4,2 secondi (+0,1 per il modello Cabrio).
La velocità massima per entrambe è autolimitata a 250 km/h, ma con un piccolo extra il vostro sorriso potrà estendersi – come il vostro portafogli – fino al raggiungimento dei 305 km/h grazie al pacchetto M-Driver Package (anch’essi autolimitati).
Potenza fa da contraltare a consumi ed emissioni, dove nel ciclo europeo NEDC, la M6 coupè consuma in media 9.9 litri per 100 km (10,3) emettendo solamente 232 g di CO2 per chilometro (239).

Il cambio a doppia frizione a sette rapporti Drivelogic offre tre programmi di cambiata, sia in modalità completamente automatica (D) che nella modalità manuale (S), che vengono scelti mediante un bilanciere posto dietro al selettore in consolle. Disponibile il sistema Launch Control che provvede ad effettuare la miglior accelerazione possibile con scatto da fermo, il sistema Low Speed Assistance per garantire una souplesse di marcia senza eguali ed il sistema Start/Stop automatico per aumentare i livelli di efficienza.

Prima di arrivare alle ruote posteriori, c’è bisogno che tutta questa potenza venga distribuita in maniera efficace ed efficiente: il differenziale Active M è la soluzione.

Un pack frizioni lamellare, la collaborazione con il sistema DSC (Dynamic Stability Control) ed il relativo scambio di dati, registrati dai sensori della DSC sono trasmessi anche se il sistema di controllo della stabilità è disattivo. Il bloccaggio di forza dentro il differenziale (Lock-up) può essere impostato tra una percentuale che varia 0 e 100%. L’Anti-Lock Braking System conserva la piena funzionalità in tutte le situazioni. I sensori per il sistema ABS, ESP e DSC lavorano in sincrono per far “capire” al differenziale se una ruota è prossima a perder contatto con il suolo e quindi avere slittamento relativo. In tal caso, il sistema prevede a bloccare parzialmente la rotazione della stessa in modo che il coefficiente di contatto con l’asfalto non venga vinto, causando il repentino pattinamento.

Per saperne di più vi invito alla lettura di questo nostro articolo tecnico: Differenziale Attivo Motorsport: cosa c’è dietro?

Cinematica e dinamica: cosa c’è sotto scocca?
Sia l’asse anteriore a doppio snodo che l’asse posteriore “Integral-V” (multilink a 5 braccia) con supporti del ponte posteriore avvitati rigidamente alla scocca, si distinguono per un cinematismo speciale e per una serie di componenti in alluminio fucinato sviluppati ex novo. Il collegamento dell’assetto alla scocca è stato realizzato utilizzando grandi elementi di spinta nell’asse anteriore e posteriore, così da garantire un convogliamento uniforme delle forze dinamiche di guida nella carrozzeria: ciò permette di ridurre sensibilmente i movimenti di rollio.
L’equipaggiamento di serie include il sistema Dynamic Damper Control che provvede a tarare la vettura in modo calzante alle aspettative di guida del pilota.
Il sistema sterzante è oltremodo preciso, grazie all’utilizzo di un comando servoidraulico a pignone e cremagliera, dotato di demoltiplicazione variabile che aumenta la sensazione di precisione di guida in rettilineo ed è in grado di ridurre i giri del volante nelle manovre di parcheggio e di svolta.
Questo bestione da circa 2 tonnellate -1850/1925 – 1 980 / 2 055 kg (DIN/EU) – deve esser anche frenato. Di serie la nuova M6 nasce con dischi forati e ventilati all’anteriore di ben 400 mm e 396 sull’asse posteriore.
La pinza, fissa, sull’asse anteriore consta di ben 6 pistoncini ed è verniciata nella stessa tonalità della vettura con tanto di logo Mortorsport.
Per chi non si accontenta è possibile dotarsi di un impianto Carboceramico, offerto in combinazione con cerchi da 20″, il cui diametro arriva a 410 mm sull’asse anteriore e 396 su quello posteriore.
In cosa si traduce tutto questo? Una riduzione delle masse non sospese per il solo impianto frenante di ben 19,4 kg!
Le pinze all’anteriore sono sempre realizzate con 6 pompanti, mentre al posteriore abbiamo una pinza monopompante di tipo flottante.
Come si riconoscono? Dalla tipica colorazione ORO delle pinze freno.
L’auto poggia su cerchi in lega M da 19 pollici, con pneumatici 265/40 davanti e 295/35 dietro. Optional quelli da 20.

In ottica di dinamica e riduzione del peso (Lightweight Design), la BMW M6 Coupè adotta un tetto realizzato in CFRP. Le portiere ed il cofano vengono realizzati in alluminio, le fiancate anteriori in materiale Termoplastico.
Inoltre, il cofano bagagli e, nella BMW M6 Cabrio, anche il copricapote,  sono realizzate in materiale composito armato con fibre di vetro SMC (Sheet Moulding Compound).
Il tutto concorre ad avere un rapporto peso/potenza di 3.3 kg/CV per la versione Coupè e 3.5 kg/CV per quella Cabrio.

Design degli interni di lusso, linee elegantemente ondulate con comandi e stilemi M; volante in pelle M disegnato ex novo con styling a razze sdoppiate; selettore di marcia M e tasti di comando per configurare la vettura integrati nella consolle centrale ridisegnata; esclusivi sedili sportivi M con sistema di cinture integrato (optional: sedili multifunzione M); allestimenti ampliati in pelle Merino; esclusive modanature nell‟esecuzione Carbon Fibre; battitacco illuminati con scritta del modello; strumentazione combinata M in tecnologia Black Panel; climatizzatore automatico a 2 zone dalle funzionalità ampliate, luce d‟ambiente.

Luci adattive LED di serie, ampia offerta di BMW ConnectedDrive con soluzioni in parte uniche nel segmento di appartenenza: BMW Head-Up-Display con unità di visualizzazione M, High Beam Assistant, BMW Night Vision con riconoscimento delle persone, Lane Departure Warning, avvertimento di cambio involontario della corsia di marcia, telecamera di retromarcia, Surround View, Speed Limit Info, accesso a internet, integrazione ampliata di smartphone e music-player, Real-Time Traffic Information ed applicazioni per la ricezione di webradio e l‟utilizzo a bordo di Facebook e Twitter.

Offerta di quasi tutti gli optional della BMW Serie 6, per esempio Comfort Access, sedili attivi, volante riscaldato, porte con sistema automatico Soft Close, sistema di navigazione Professional, Bang & Olufsen High End Surround Sound System.

SCHEDA TECNICA

BMW M6 Coupé:

Lungh./largh./alt. in mm: 4898/1899 /1368
Passo in mm: 2851
Carreggiata ant. / post. in mm: 1630/1612
Altezza da terra in mm: 107
Diametro sterzata in m:12,1
Capacità serbatoio in litri: 80

accelerazione [0 – 100 km/h]: 4,2 secondi
accelerazione [0 – 200 km/h]: 12,6 secondi
accelerazione 0–1000 m: 21,9 secondi
ripresa in 4th/5th [80–120 km/h]: 3,6 / 4,5 secondi
velocità massima: 250 km/h (305 km/h con M Drive’s Package)
consumo medio di carburante: 9,9 litri/100 chilometri
consumo urbano: 14.0 l/100km
consumo extraurbano: 7.6 l/100km
emissioni CO2: 232 g/km, norma antinquinamento: Euro 5
Massa a vuoto DIN/UE in kg: 1850/1925
Resistenza aerodinamica cX: 0,33

BMW M6 Cabrio:

Lungh./largh./alt. in mm: 4898/1899/1368
Passo in mm: 2851
Carreggiata ant./post. in mm: 1630/1612
Altezza da terra in mm: 107
Diametro sterzata in m: 12,1
Capacità serbatoio in litri: 80

accelerazione [0 – 100 km/h]: 4,3 secondi
accelerazione [0 – 200 km/h]: 13,1 secondi
accelerazione 0–1000 m: 22.1 secondi
ripresa in 4th/5th [80–120 km/h]: 3,8 / 4,8 secondi
velocità massima: 250 km/h (305 km/h con M Driver’s Package)
consumo medio di carburante: 10,3 litri/100 chilometri
consumo urbano: 14.4 l/100km
consumo extraurbano: 7.9 l/100km
emissioni CO2: 239 g/km, norma antinquinamento: Euro 5
Massa a vuoto DIN/UE in kg: 1980 / 2055
Resistenza aerodinamica cX: 0,33

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 17 febbraio 2012

    […] Ufficiale: BMW M6 Coupè e M6 Cabrio Archivi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *