BMW: multa di 3 milioni di $ da parte dell’NHTSA

BMW North America è stata multata per una cifra di 3 milioni di dollari dall’NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) per non aver adempiuto alle normali comunicazioni con l’ente per la sicurezza dei trasporti americana in merito ai richiami da effettuarsi sulle autovetture interessate da difetti in ambito sicurezza. In primo luogo dall’accertarsi del difetto allo stilare della campagna di richiamo devono trascorrere non più di 5 giorni, e la documentazione che il costruttore deve fornire per porre rimedio al difetto deve esser completa ed esaustiva in ogni sua parte, partendo dall’analisi del problema, elencando i veicoli interessati, trovando la soluzione e spiegando i passi concreti da eseguire.

Tutto questo BMW non l’ha fatto.

In merito ad una segnalazione del dicembre scorso, su 573 richiami, il costruttore tedesco è stato in grado di identificare solo 6 autovetture e relativi report, di cui solo 1 era redatto secondo il minimo indispensabile e gli altri 5 erano completamente deficitari.

E cosa ancora più grave, per avere questi 6 report, l’NHTSA ha dovuto attendere più di 30 giorni!

Dal canto suo BMW North America ha iniziato a ristrutturare tutte le procedure interne al processo decisionale che portano al richiamo dell’autovettura, snellendo di molto e velocizzando l’iter burocratico.

Finita la notizia, ci chiediamo: come mai in Europa qualcosa del genere puntualmente non avviene? Come mai in America sono a conoscenza dei numerosi problemi sui propulsori N54, sugli iniettori dei motori Mini e relativi tendicatena e sui problemi delle pompe benzina dei nuovi V8 TwinPowerTurbo oltre ai rischi d’incendio sulle autovetture Mini (di cui abbiamo già parlato) e sulle vetture V8 TPT di BMW?

Qui in Europa queste notizie sono arrivate con il contagocce e molto spesso passate anche in sordina. Voglio far presente che nel nostro caso specifico BMW Italia, non ha mai fatto una campagna di richiamo.
E quella recente che ha interessato il marchio Mini è uscita fuori solo per il reale rischio d’incendio dell’autovettura.

Ma non ci risulta nessun richiamo per le lamelle parzializzatrici del condotto di aspirazione dei propulsori diesel a 4 e 6 cilindri, né alle catene di distribuzione dei propulsori 4 cilindri diesel N47, né al turbocompressore del diesel 2.0 litri, né al gioco ruota (anteriore destra spesso, ndr) della BMW X1, né ai continui strappi a caldo del gruppo frizione delle auto dell’elica.
E son cose che queste non abbiamo inventato, ma ogni appassionato e possessore di BMW conosce, ma stranamente la rete vendita – salvo in alcuni casi – asserisce che tutto questo è la normalità.

– Si ringrazia BMWPassion.com per la fornitura dei link –

Potrebbero interessarti anche...

  • Stefano

    è una vergogna, ogni volta che parto la frizione strappa e saltello, per bmw è tutto normale……

  • nicola

    vergognoso!!!, ormai e’ risaputo che la distribuzione sui motori n47 e’ DIFETTOSA ,nessuno fa’ niente, intanto, una volta finita la garanzia, i motori saltano….,ho avuto 3 bmw, e la mia prossima auto di certo sara’ di altro marchio!! (motore n47 e’ montato su vari serie 1, serie 3 e serie x…..2000 diesel recenti, quindi occhio)

  • Alberto Ungetti

    Ho avuto la brutta esperienza oggi. 318 TD , fine 2007, 170.000 km , la catena a rischio rottura scondo la concessionaria. Preventivo di 4.000 euro. Alla faccia dell’affidabilità teutonica !

  • Alberto Ungetti

    BMW 318 TD. Dicembre 2007 . Ho avuto conferma oggi che la catena di distribuzione è a rischio rottura dopo 170.000 Km. Preventivo di 4.000 euro . Alla faccia della affidabilità tedesca.

  • Giovanni Bruno

    Il problema è risolto con i propulsori n47 dal 03/2011 in poi

  • thedoctor68

    mamma mia!!!! ne sto leggendo di cotte e di crude! vorrei acquistare un bmw diesel ma me ne state facendo passare la voglia, vorrei una serie 3 diesel da 163 cavalli ma sto sentendo veramente troppe lamentele! ho una honda civic 2.2 cdti con 300mila km che percarità va ancora bene ma vorrei cambiare marca per non essere troppo monotono (è la mia seconda honda e sono andate entrambe ultra bene)

  • massimo

    sono un possessore di bmw x3 150 cv e anche quello ha le sue pecche , faccio il meccanico di n47 ne ho visti già troppi e quel motore è fatto veramente male per disposizione dei componenti e per qualità dei materiali per cercare di allungare la vita della catena bisogna ricorrere a trattamenti antiattrito da aggiungere all’olio scordarsi i tagliandi che bmw prevede ogni 25.000 km ma accorciarli a 10-15.000 al massimo, cosi alcune le ho già portate vicino ai 200.000 km, ma comunque questa è stata la prima e ultima bmw , grazie a tutti spero di essere stato utile .

    • Alessandro Leonardi

      Scusate io ho un bmw 120d177cv però a 3000km gli ho tolto l’egr il fap e la giometria del l’asportazione e cambio olio ogni 10 mila km il mio motore rietra nei richiami però a 150mila km nn fa nessun rumore a va benissimo devo preoccuparmi lo stesso???