12h di Sebring: le BMW Z4 GTLM agguantano 4° ed 8° posto

BMW Sebring 12h (6)
Lucas Luhr (DE), John Edwards (US) e Jens Klingmann (DE) sono arrivati quarti nella classe GTLM per il BMW Team RLL alla 12 Ore di Sebring (USA), il secondo turno dello United Sports Car Championship (USCC). I tre piloti hanno completato un totale di 329 giri con la BMW Z4 GTLM numero 24. L’equipaggio della Corvette C7R di Antonio García (ES), Jan Magnussen (DK) e Ryan Briscoe (AU) ha conquistato il gradino più alto di Sebring.


Con temperature anche di 33° C, la classica gara endurance al Sebring International Raceway si è rivelata davvero una sfida infuocata. Per la maggior parte della gara, la Z4 GTLM ha mantenuto un distacco risicato dai suoi competitors, offrendo un naturale spettacolo per i fan americani. A seguito di un finale svoltosi a due ore dal termine, in regime di gara in bandiere gialle, le vetture si sono ricompattate prima di ritornare a darsi battaglia nella fase decisiva della gara.
Con il pilota Luhr al volante nell’ultima parte di gara, la vettura numero 24 ha tagliato il traguardo in quarta posizione dopo 12 ore di gara, nonostante un problema con il servosterzo nelle fasi finali della gara.Per Dirk Werner (DE), Bill Auberlen (US) e Augusto Farfus (BR) con la numero 25, la gara non è andata secondo i piani. Dopo cinque ore e mezza, Werner è entrato nella pit lane con il sottotelaio anteriore danneggiato, mentre era in sesta posizione in quel momento.
I tempi necessari per la riparazione, hanno costato al trio più di dieci giri, rientrando molto in fondo al codone di gara. Werner, Auberlen e Farfus hanno dimostrato il loro spirito combattivo nella seconda parte di gara, riuscendo ad agguantare l’ottavo posto.Nella classe GTD Turner Motorsport, ha corso con una BMW Z4 GTD al Sebring International Raceway. I piloti della piccola sportiva di Monaco Andy Priaulx (GB), Boris Said (US), Markus Palttala (FI), il vincitore 2014 BMW Sport Trophy, e Michael Marsal (US) hanno preso la bandiera a scacchi in ottava posizione di categoria. Prima dell’inizio della gara, il vincitore della prima 12h di Sebring per BMW nel 1975, con la BMW 3.0 CSL, ha effettuato un giro d’onore con Hans-Joachim Stuck (DE) al volante.
Diversi membri dell’equipaggio BMW Motorsport di 40 anni fa lo hanno seguito a bordo di due BMW M4 Cabrio.
Tra di loro c’erano Jochen Neerpasch (DE), il primo direttore della BMW Motorsport GmbH, ed il compagno di squadra voluto da Stuck nel 1975, Brian Redman (GB).
Inoltre, Stuck ha avuto l’onore di partecipare come “Grand Marshal” all’evento.

Jens Marquardt (Direttore BMW Motorsport):
“Ovviamente avevamo sperato in un risultato più positivo della gara e ci sarebbe piaciuto essere nella top-three, soprattutto considerando che era il 40 ° anniversario della prima vittoria di Sebring per BMW Motorsport. Un podio era a portata di mano per la vettura numero 24 fino alla stint finale. Tuttavia, un problema al servosterzo ha reso ciò impossibile. La Z4 numero 25 ha sofferto di una dose di sfortuna: un problema tecnico l’ha messa fuori gara abbastanza presto.
Tuttavia, vorrei elogiare tutta la squadra. Soprattutto per i nostri piloti, è stato tutt’altro che facile oggi a causa del calore. Ognuno ha messo in atto una lotta fantastica in queste condizioni tropicali ed hanno dato tutto. In ogni caso, la presenza della squadra vincente con la BMW 3.0 CSL del 1975, ha reso questa gara davvero speciale per noi. Non ci abbatteremo, ma lavoreremo sodo per tornare sul podio nella prossima gara United SportsCar Championship, così come è accaduto per la gara inaugurale della stagione. La gara a Long Beach sarà un altro paio di maniche e sarà un capitolo completamente nuovo. Complimenti all’equipaggio Corvette per questa vittoria.”

Bobby Rahal (Team Principal, BMW Team RLL):
“E ‘stata una giornata deludente per molti aspetti. La strategia stava lavorando molto bene sulla numero 24 e poi abbiamo avuto un problema al servosterzo alla fine. Avremmo potuto finito secondi di sicuro. E’stato solo un peccato, ma abbiamo terminato la gara in quarta posizione, che non è la cosa peggiore del mondo, ma è deludente quando le cose stavano andando secondo i piani. Poi con la numero 25 abbiamo avuto una rottura della sospensione, che ci ha fatto perdere un sacco di tempo. E’ stato profuso una grande mole di lavoro su questa pista e si vorrebbe solamente esser ricompensati per il duro lavoro svolto.”

Lucas Luhr (n ° 24 BMW Z4 GTLM, 4 ° posto) :
“E’ stata una lunga giornata. Quando siamo venuti qui tutti abbiamo pensato che il nostro ritmo gara era migliore di quello che in realtà era alla fine. Siamo arrivati quarti due volte, che non è un risultato ottimale. Ma abbiamo avuto problemi alla fine che non ci facevano guidare la macchina correttamente.
E’ stato molto duro e difficile e io sono solo contento che la gara sia finita.
Eravamo lì. Eravamo sul podio, abbiamo lottato per il nostro obiettivo, ma ci mancava quel guizzo in più per lottare ad armi pari con gli altri oggi. Andiamo a casa, vedremo che cosa è andato storto, che cosa era buono e ritorneremo sperando di essere sul podio nella prossima gara.”

John Edwards (n ° 24 BMW Z4 GTLM, 4 ° posto) :
“Era molto caldo oggi. I miei stint erano abbastanza vicini così ho dovuto mangiare di corsa e reidratarmi prima di tornare in macchina. Alla fine della giornata, la macchina era a posto, e non molto difficile da guidare, ma credo che ci manca un po’ di ritmo gara e che alcuni dei piloti di testa avevano un altro assetto da gara. Avendo questo in mente, il quarto posto non è male.”

Jens Klingmann (n ° 24 BMW Z4 GTLM, 4 ° posto) :
“Naturalmente avevamo sperato per un qualcosa di più qui a Sebring.
Un podio sarebbe stato fantastico. Questa volta siamo stati ancora più vicini di quando abbiamo terminato al quarto posto a Daytona. Tuttavia, per me personalmente è stata una grande esperienza.
Era la mia prima gara a Sebring ed ho trovato la mia strada abbastanza immediatamente.
Il team ha fatto un ottimo lavoro. E’ un peccato che il servosterzo ci abbia ostacolato nell’ottenere un risultato migliore.
Ma sono sicuro che i ragazzi saliranno sul podio nelle prossime gare.
Sto già cercando di entrare mentalmente con la squadra alla prossima gara in Road Atlanta.”

Dirk Werner (n ° 25 BMW Z4 GTLM, 8 ° posto) :
“E’ stata una giornata difficile per noi, ed alla fine per tutta la squadra e la nostra macchina, soprattutto perché nel bel mezzo della gara siamo stati più di dieci giri fermi perché abbiamo avuto un problema con la macchina. Abbiamo cercato di mettere l’auto quanto prima sulla pista e soddisfare i fan al termine della corsa. Era ancora divertente da guidare, ma è deludente perché c’era una buona possibilità oggi per ottenere magari un podio, ed anche ottenere alcuni buoni punti.
Il prossimo è Long Beach ed è la pista di casa di Bill, sono sicuro che farà bene lì “.

Bill Auberlen (n ° 25 BMW Z4 GTLM, 8 ° posto) :
“Ho avuto grandi speranze qui. Con la livrea che rappresentava la vittoria dal 1975 ho voluto più di ogni altra cosa portare a casa una vittoria. Invece abbiamo avuto un guasto meccanico molto raro.
Non abbiamo mai avuto problemi con questo componente, come li abbiamo avuti oggi.
Ho impostato il giro più veloce in gara, che dimostra che avevamo il passo, e dobbiamo solo portarlo a Long Beach e continuare ad andare avanti”.

Augusto Farfus (n ° 25 BMW Z4 GTLM, 8 ° posto) :
“Sono molto deluso della gara. Non è andata come avevamo programmato. Anche se abbiamo avuto un guasto, non abbiamo avuto il ritmo sulla distanza. Ma devo dire che la squadra ha fatto un ottimo lavoro e non vedo l’ora di partecipare alle altre gare qui negli Stati Uniti, ma ora per me è il momento di andare in Europa e concentrarsi sul DTM. “ Il terzo round del Campionato SportsCar Stati si terrà a Long Beach (Stati Uniti) il 18 aprile il 2015.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *