BMW Group: la mobilità elettrica sarà in primo piano

BMW Group - BMW Welt Museum

BMW Group ed il suo brand BMW i, stanno aumentando gli investimenti nell’offerta di modelli elettrificati ed ibridi-plug-in, che vedrà il suo culmine in ben 25 nuovi modelli, dai 9 offerti attualmente

La strategia Number ONE>NEXT del BMW Group giocherà un ruolo chiave nella futura offerta di modelli elettrici o ibridi-plug-in

Attraverso un modello di redditività sostenibile, il BMW Group sta potenziando i propri laboratori in Germania quali centri di competenza e motori d’innovazione per la mobilità e le tecnologie di domani. In qualità di leader mondiale nella mobilità premium, il BMW Group si concentra sempre sulle esigenze e i desideri dei suoi clienti e continua il suo lavoro innovativo sugli obiettivi chiavi ACES ( utonomous, C onnected, E lectrified e S ervice / Shared).

“Stiamo inserendo molte cose concrete in BMW, mantenendo le nostre promesse ed alzando il livello per i nostri ambiziosi obiettivi. Stiamo investendo in modo sostanziale nella mobilità di domani, consentendoci di mantenere la nostra posizione di leader nell’innovazione e nell’occupazione sostenibile, in tal modo restiamo un partner affidabile per la società, i responsabili delle politiche ambientali nonché uno dei datori di lavoro più attraenti al mondo”.

ha dichiarato Harald Krüger a Monaco di Baviera martedì scorso.

Il BMW Group sta investendo attualmente 400 milioni di euro nell’espansione su larga scala del suo centro di ricerca e innovazione (FIZ) a Monaco di Baviera per creare un ambiente di lavoro innovativo per circa 5.000 dipendenti entro il 2019. Inoltre, dal 2021 in poi, il modello BMW iNEXT imposterà nuovi standard in termini di mobilità elettrica, guida autonoma e connettività, migliorando ulteriormente l’impianto di produzione di Dingolfing. 

Un campus di perfezionamento

Nel terzo trimestre, i primi dipendenti si sono trasferiti nel nuovo Autonomous Driving Campus vicino a Monaco e ora lavorano a stretto contatto con i partner di Intel e Mobileye sul continuo sviluppo dei modelli di guida autonoma. Con Fiat Chrysler Automobiles e Delphi, Continental e Magna, si sta già collaborando per creare una piattaforma non esclusiva per la guida autonoma. 

“Questi sviluppi sottolineano la storia di successo che si è evoluta nel corso dell’ultimo anno con gli accordi di cooperazione unici e forniscono ulteriore impulso per intraprendere i prossimi passi”. ha detto Krüger .

Strategia Number ONE>NEXT

Con la sua strategia Number ONE>NEXT , il BMW Group ha mostrato la sua chiara attenzione tecnologica alla mobilità elettrica, alla digitalizzazione e alla guida autonoma. Entro il 2025 , il BMW Group intende offrire 25 modelli in tutti i suoi marchi, con propulsione completamente elettrica o soluzioni ibride plug-in. La quinta generazione di tecnologia di storage – batterie – e powertrain è impostata per fornire fino a 700 chilometri di autonomia per veicoli completamente elettrici e fino a 100 chilometri per i modelli ibridi plug-in.

Cartella stampa completa

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *