BMW M3: la sportiva tedesca per antonomasia

BMW M3 - 30 Years of M3

BMW M3: quando gli appassionati pensano ad una vettura sportiva tedesca, il pensiero fa spesso alla BMW M3. E c’è una buona ragione per cui ciò accada!

Una vettura che nasce prima come auto da corsa e dopo – per esigenze di omologazione – arriva al vasto pubblico che l’ha resa una iconica sia per BMW sia per le sportive di tutto il mondo.  

L’ultimo episodio “Up to Speed” di Donut Media si concentra sulla BMW M3 e ripercorre la storia dell’iconica vettura sportiva a partire dai ruggenti giorni del campionato DTM. DTM, o Deutsche Tourenwagen Masters, vincolava qualsiasi partecipante alle norme di omologazione; almeno 5.000 veicoli stradali erano necessari per poter partecipare alla serie. Pertanto, dopo che Mercedes-Benz si presentò a dominare il campionato con la sua Mercedes 190 Evolution, la BMW aveva bisogno non solo di costruire una vettura da corsa, ma un’auto che poteva vendere al pubblico. Di base aveva la già ottima BMW Serie 3, ma aveva bisogno di migliorare la berlina per garantire il successo fra i cordoli.

Il reparto BMW M che, per inciso significa BMW Motorsport – attualmente BMW M Division – ha completamente stravolto la BMW Serie 3 originaria. Rifatti ex-novo i pannelli carrozzeria per poterli ottimizzare in peso, efficienza ed aerodinamica. Il motore designato sarebbe dovuto esser l’iconico 6 cilindri in linea da 3.5 litri che equipaggiava la BMW M1, ma è apparso subito troppo pesante per la piccola Serie 3. Poco male, via 4 cilindri, ed ecco che dal pacioso M10 si ricava lo straordinario S14. Tutto questo in appena due settimane di lavoro!  Dal foglio bianco ad un motore ruggente in appena 15 giorni: stupefacente. Il 4 cilindri S14 da 2.0/2.3 litri era stato “castrato” per la vendita al pubblico in una potenza nell’intorno dei 200 CV. 

5000 esemplari? E chi li avrebbe acquistati?

Inizialmente, BMW stimava che avrebbe avuto grandi problemi per vendere 5.000 unità della M3. Appena messa sul mercato, la richiesta schizzò alle stelle. Alla fine del suo ciclo vitale, la BMW M3 E30 aveva venduto ben 18.000 esemplari. 

La storia si è ripetuta: prima con la M3 E36, poi con la BMW M3 E46 e successivamente con le più recenti BMW M3 E92/E93 e le nuove generazioni di BMW M3 e BMW M4

La generazione E46 ha venduto circa 85.000 unità. Questo è ben lontano dalle 5.000 BMW che non pensavano mai di poter riuscire a vendere all’inizio.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *