BMW M8 Coupe e Cabrio al Nurburgring


BMW M8 Coupe - BMW M8 Cabrio - F92 - F91 (3)

Le BMW M8 Coupe’ e Cabrio sono state immortalate al Nurburgring per gli ultimi affinamenti in pista prima del debutto

La Coupe’ farà la sua comparsa tra il 2019 ed il 2020 e sarà spinta dal V8 4.4 TwinTurbo della BMW M5 M xDrive; sei mesi dopo toccherà alla M8 Cabrio

La BMW M8 Coupé e la Cabrio sono state immortalate insieme durante i test al Nürburgring. Le due teste di serie della gamma BMW Serie 8 sono ancora pesantemente camuffate, anche perché non vedranno la luce prima della fine del 2019. Quello che notiamo è un doppio rene molto marcato che è racchiuso fra un elegante grafica delle luci anteriori realizzati con tecnologia LED. Ovviamente, essendo focalizzate al massimo delle prestazioni motoristiche, il V8 4.4 TwinTurbo – derivato dalla M5 – ha bisogno di raffreddarsi efficacemente. Paraurti con generose prese d’aria ed un taglio adatto ad accogliere gli pneumatici maggiorati fanno il resto. 

Lo stile sportivo è ancora maggiormente in evidenza dalle minigonne laterali aerodinamiche e dagli enormi dischi freno – con pinze in oro – che si celano dietro le grandi ruote in lega leggera. Al posteriore, un paio di parafanghi muscolari ed il classico sistema a quadrupla uscita – tipico delle vetture BMW M – completa l’opera.  

Qualche differenza tra coupé e cabriolet?

La più grande differenza tra i due modelli è che la BMW M8 Coupe’ ha un tetto a doppia bolla (stile Zagato) che serve per aumentare la vivibilità interna, mentre la decappottabile è dotata di una capote morbida retrattile. Per accogliere il tetto, la decappottabile è stata dotata di un’estremità posteriore unica che presenta un baule più piatto ed una terza luce di stop posizionata in maniera differente.

Vale anche la pena ricordare che il lunotto sulla cabriolet è notevolmente più piccolo rispetto alla coupé e questo probabilmente si tradurrà in difficoltà visive maggiori sulla “open-top”.

BMW M8 Coupe - BMW M8 Cabrio - F92 - F91 (8)

Il cuore pulsante: il V8 4.4 TwinTurbo da 600 CV della M5

Mentre BMW ha già mostrato una manciata di prototipi della M8, non è mai stato dichiarato il propulsore che muoverà la vettura. Indipendentemente da ciò, le ipotesi più probabili ricadono sul V8 4.4 BMW M TwinPower Turbo che già è presente nel vano motore della BMW M5 M xDrive F90.  

Sviluppa 600 CV (441 kW) e 750 Nm di coppia, ma il capo di BMW M – Frank van Meel – ha in precedenza dichiarato che la BMW M8 avrebbe potuto avere ancora più potenza in quanto siederà ai vertici della nostra gamma di modelli ed “avrà una potenza specifica che si adatta alla sua posizione nella nostra gerarchia“.

I rumors hanno suggerito che il motore potrebbe produrre più di 623 CV (458 kW) che sarebbero alla pari con la BMW M5 Competition Package. A questi si aggiungono quelle secondo le quali la BMW M8 Coupe e BMW M8 Cabrio saranno equipaggiate con il sistema di trazione integrale della M5 che può essere disattivato a comando.

Potrebbero interessarti anche...