BMW Serie 1 2018, eccola con i fari definitivi


BMW Serie 1 2018 Spy - F40 (3)

La BMW Serie 1 è stata immortalata con fari anteriori e posteriori dal design definitivo. Le caratteristiche “L-Shape” al posteriore sembrano una normalizzazione di quelle di BMW X3

All’anteriore abbiamo un motivo esagonale per gli angel-eyes presi dalla BMW Serie 3 e dalla BMW Serie 8

Immortalata nelle fredde lande della penisola Scandinava, la BMW Serie 1 – codice interno F40 – è ormai sempre più svestita e con dettagli che ritroveremo sul modello di serie. In queste ultime foto spia, abbiamo un esemplare con ottiche anteriori e posteriori definitive. Notiamo sui fari anteriori un motivo esagonale per gli angel-eyes LED che ricorda quelli delle recenti BMW Serie 3 LCI e BMW Serie 5. Al posteriore abbiamo le caratteristiche luci “L-Shape” che hanno uno sviluppo verticale maggiore, rispetto a quelle di BMW X4 e BMW Serie 8: si avvicinano molto a quelle di BMW X3 e BMW Serie 5 G30.

Sarà presentata per fine 2018, quando ormai la concorrenza sarà completa. Fresca di debutto la nuova Mercedes-Benz Classe A e la prossima Audi A3 che dovrebbe apparire a breve, la BMW Serie 1 F40 non può mancare più l’occasione di affermarsi come una delle best seller del mercato delle compatte premium.

Rispetto al modello che sostituisce ha tre modifiche sostanziali:

  • il passaggio alla trazione anteriore con motori trasversali
  • l’assenza di motori 6 cilindri
  • l’assenza di un modello a 3 porte

Per gli appassionati, i primi due punti sono da blasfemia assoluta, ma per la clientela attuale del marchio non si può chiedere di meglio. Il perché? Presto detto. 

Meno cilindri, più spazio per abitacolo e bagagli

Il grosso tallone di Achille dell’attuale BMW Serie 1 è l’abitabilità interna. La particolare disposizione meccanica della vettura (trazione posteriore, motore longitudinale) obbliga ad erodere spazio all’interno dell’abitacolo per poterlo destinare al vano motore ed agli organi di trasmissione. Questo consente di mantenere un elevato standard nelle dinamiche di guida più “allegre”, ma risulta un handicap nella vita di tutti i giorni.

Avere un bagaglio ridotto rispetto alla concorrenza per colpa di un differenziale posteriore, non è più accettabile dagli attuali bimmers, che puntano tutto – così come la casa madre – su versatilità, connettività e tecnologia.

 

 

Potrebbero interessarti anche...