Techno Classica di Essen: l’Heritage BMW


Avevamo già parlato della presenza di BMW alla rassegna Techno Classica di Essen, ma siamo venuti a conoscenza di altre vere e proprie opere d’arte su ruote esposte all’interno di questo Motor Show di ben 130mila metri quadrati che raccoglie auto e moto di ogni marca.
Iniziamo con la Rossa: una fantastica BMW 2002 Group 2, del 1969. Esemplare davvero tirato a lucido.
Per proseguire con il diavolo: una M3 E30 DTM con il propulsore 2.5 litri da 335 CV. Il ruggito della bestia.

Posiamo gli occhi su una BMW 2002 Turbo bianca: primo ordigno firmato Motorsport, anche se non riporta ancora il badge M.
BMW avrebbe dichiarato di portare al Motor Show di Essen una M1 Procar, ma invece, abbiamo una “semplice” M1: mica male!
Basta spostarsi di un padiglione ed ecco la sorpresa: BMW M1 Procar!
Il suo 6 cilindri da 3.5 litri è in grado di erogare ben 475 CV a 9000 rpm!

Appartiene a Franz Ostermaier, che la utilizza ancora come macchina da corsa durante l’annuale Old Timer Grand Prix al Nürburgring.

Ecco poi nel suo giallo squillante (Gelb) la magnifica BMW 3.0 CSL, meglio nota come “Batmobile”.

In un atrio è presente anche una rarissima BMW 700 RS. Modello da “hillclimb” sviluppato direttamente da BMW Motorsport: aveva un telaio tubolare leggero, una carrozzeria aerodinamica, e un propulsore boxer a doppio albero a camme da 70 CV. Il peso era limitato a 630 kg e riusciva a raggiungere i 160 km/h.

Arriviamo alle ammiraglie, con questa splendida BMW 501 con uno spilla-birra al seguito. Sacro e profano insieme.

Approdiamo poi all’era “moderna”, dove troviamo una splendida Alpina-BMW B12 Coupè basata sulla BMW 850 CSi, aveva un V12 da 5.7 litri in grado di produrre 416 CV.

Altra chicca è questa Alpina-BMW B7 Turbo, basata sulla 528i E12, sviluppava 300 scalpitanti cavalli.

E per finire la chicca: BMW 635 CSi

Godetevi la gallery fotografica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *