Ufficiale: Alpina-BMW B6 Bi-Turbo Coupè

 

BMW-ALPINA B6 BI-TURBO

BMW-ALPINA B6 BI-TURBO Coupè

Ha un certo sapore di Amarcord questa Alpina-BMW B6 Bi-Turbo Coupè, ed il segno evidente è dato dal caratteristico alettone posizionato sul baule posteriore che sa tanto di anni ’70. Ma non è solo quello. E’ tutta l’atmosfera, la passione e l’idea di sport che trasuda il marchio Alpina.
Certo confrontandole con le “vecchie” creazioni dell’atelier di Buchloe si storce un po’ il naso di fronte a questo moderno “squalo”, ma la tecnologia, lo stile e le prestazioni vanno sempre avanti; solo che da un paio di decenni a questa parte vi è una maggior coscienza e consapevolezza del rispetto globale.
Partendo dalle cose più interessanti, il propulsore – un V8 TwinPower Turbo da 4.4 litri – eroga una potenza di 540 CV (397 kW) ed una coppia da motrice: ben 700 N m a 3000 rpm.

L’atelier tedesco è intervenuto sostituendo i pistoni originali con dei modificati realizzati dalla MAHLE in modo da sopportare oltre 1 bar di pressione di carica ed un rapporto di compressione di 9,2:1, in modo da riuscire a sprigionare quasi 123 CV/litro (122,7) con una pressione totale media all’interno della camera di 20,1 bar!

Grande potenza, ma anche grande occhio a consumi ed emissioni, che grazie all’ausilio dell’iniezione diretta e del sistema doppio VANOS, vedono un consumo nel ciclo combinato pari a 10,5 (10,6) l/100km ed emissioni di 244 (247) g / km di CO2 (dati Cabrio tra parentesi).

Per arrivare a trasmettere tutta quella coppia motrice al suolo c’è bisogno di una trasmissione realizzata ad hoc. I tecnici di Buchloe si sono avvalsi della trasmissione ZF8HP70, in grado di reggere già di per se ben 700 N m di coppia, e sono intervenuti in maniera massiccia sulla gestione software.

Utilizzando la modalità Sport (S) emerge un carattere completamente diverso: la trasmissione è nitida, immediata, fulminea. L’innovativo attuatore monocilindrico (noto come ‘Einzelzylinderausblendung’ in tedesco) consente dei passaggi di marcia super veloci con tempi nell’ordine dei millisecondi.
A seconda del carico sulla trasmissione, l’iniezione di carburante viene interrotta per una frazione di secondo, in modo da rendere possibile il passaggio di marcia in maniera fulminea, senza che si debba mai togliere il piede dal pedale del gas.

Per il vostro piacere onanistico ogni up-shift è accompagnato da un profondo e rassicurante gorgoglio di contropressione, che si verificherà allo scarico.

La trasmissione SWITCH-TRONIC (da sempre identificata così da Alpina) presenta dei pulsanti per l’utilizzo in (M) Modalità di cambio manuale, che sono ergonomicamente posizionati sul retro del volante, in modo da consentire al conducente di assumere il controllo completo della trasmissione. Il sistema, inoltre, consente di scalare più marce simultaneamente in modo da arrivare subito al rapporto richiesto dal conducente.
Ovviamente è presente la modalità completamente automatica, dove il sistema di trasmissione si occuperà in toto della gestione dei cambi marcia, in modo da lasciare a voi solo il piacere di guidare l’autovettura e/o di godervi il panorama.

La selezione contemporanea dei programmi Sport, Sport + e DSC OFF utilizzando il Dynamic Drive Control e la selezione della modalità M (trasmissione) si disattiva automaticamente l’up-shift funtion, ovvero la trasmissione terrà la marcia selezionata fino ad un massimo di giri (limitata elettronicamente) e non passerà automaticamente alla marcia superiore.
Tutto questo consente alla B6 Bi-Turbo uno 0-100km / h in 4.4 s  (4,5 s), e una velocità massima di 320 (317) km/h.

Scarico: brivido lungo la schiena by Akrapovič
Titanio, leggerezza, suono, melodia, Alpina ed Akrapovič: cosa si può volere di più dalla vita?
Fedele al principio guida di “la forma segue la funzione“, l’intero sistema è noto non solo per la sua acustica e l’aspetto, ma anche per le sue raffinatezze tecniche.
Oltre ad un risparmio di peso del 45% rispetto al tradizionale in uso realizzato in acciaio inox, il sistema di scarico vanta impressionanti dettagli tecnici.
Gli ingegneri di Alpina e Akrapovič hanno raggiunto una vera impresa, riuscendo a mantenere un diametro di 2 x 70 mm per tutta la lunghezza del sistema di scarico, nonostante il difficile ‘imballaggio’.
In interazione con il potente motore, il sistema di scarico genera un contesto di profonda potenza sonora, fornita dal possente otto cilindri dal suono potente, sportivo, ma mai invadente. Tutto questo grazie alle valvole di controllo rumore presenti all’interno del sistema di scarico. Si tratta di offrire al guidatore un particolare grado di influenza sulla esperienza del suono, e può essere controllato utilizzando il Performance Control Drive. In modalità Comfort e Comfort + le valvole sono chiuse, apertura a 3000rpm, a prescindere dalla marcia inserita.
Ma….nel caso voi foste in prima o in seconda marcia e vogliate far assumere alla vostra caviglia un angolo maggiore di 45°, allora le valvole saranno completamente aperte(a ca. Carico del 60%) e la B6 Bi-Turbo balza in avanti rabbiosa e con un ruggito profondo atto a suscitare una sinfonia speciale all’interno delle vostre viscere ed a quelle di chi è attorno a voi. Ovviamente nel caso di modalità di guida in Sport e Sport +, le valvole di scarico restano sempre aperta. Così come il vostro sorriso ebete…

Telaio: il contatto con il suolo
Attraverso tutte le variabili, la Coupé è stata messa a punto per essere più sportiva e dinamica, e dispone di un assale posteriore con differenziale a slittamento limitato di serie.
Molle specifiche, una maggiore campanatura alla ruota anteriore ed una regolazione di fino della convergenza in combinazione con una ruota dal diametro di 20″, riescono insieme a produrre un set-up molto agile e dinamico.
I cerchi sono i “classici” Alpina Classic da 20″ con  pneumatici MICHELIN PILOT SUPER SPORT nelle misure 255/35 ZR20 anteriori e 285/30 ZR20 posteriori, che non fanno altro che contribuire significativamente ad un aumento del feeling e della precisione dello sterzo.

Design: bellezza e funzionalità unite insieme
I componenti esterni che influenzano le proprietà aerodinamiche del B6 Bi-Turbo non sono solo lì per ragioni estetiche – il loro design è soggetto principalmente a funzioni locali da svolgere ed insieme concorrono al raggiungimento di una eccellente stabilità ad alta velocità. Lo spoiler anteriore, in combinazione con lo spoiler posteriore, assicura la B6 Bi-Turbo al suolo in maniera sicura. Uplift sull’asse anteriore è ridotto del 14% e tende verso un valore pari a zero sull’asse posteriore da una velocità di 150 km/h.

Al posto dello spoiler posteriore, la Coupé è disponibile anche con un alettone posteriore – che, nonostante un impatto visivo impressionante, si adatta con precisione ai contorni della zona posteriore e riduce la resistenza. Inoltre tale “spoiler” è anche un gesto di amarcord come avevo menzionato all’inizio della nostra recensione.
Per fermare questo incrociatore occorrono  freni ad alte prestazioni, con un diametro di 374 millimetri davanti e 345 millimetri posteriore, il cui raffreddamento è affidato ad una presa d’aria NACA sul sottoscocca anteriore.
I terminali di scarico doppio, con una forma leggermente ellittica in tipico stile Alpina, sono progettati in titanio e trasportare piccoli loghi che fanno riferimento discreto alle origini del sistema di scarico Alpina fatta da Akrapovic. 

Interni: accomodatevi nel salotto buono
Ovviamente grande cura è stata dedicata agli interni, come è da uso di Alpina, i materiali sono di primissima scelta e sono ampiamente personalizzabili secondo i gusti e le esigenze del cliente. Praticamente è possibile cucirsi addosso la propria autovettura.
Il quadro strumenti LCD mantiene la classica tonalità Blu ALPINA. Il volante sportivo, cucito a mano in pelle Lavalina.
Gli inserti classici in legno esotico in mirto – un legno radica esclusivo della famiglia di alloro, che cresce solo sulla costa del Pacifico degli Stati Uniti è un altro dei segni distintivi di questa Alpina B6.

Vi allego l’allestimento di serie per BMW-Alpina B6 Bi-Turbo Coupè ed i Dati Tecnici completi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *