BMW Group: + 13,2 % ad Ottobre


157,618 BMW, MINI e Rolls-Royce in più sono state consegnate ai rispettivi proprietari durante tutto l’anno 2012, con riferimento allo stesso mese di Ottobre del 2011, i risultati sono cresciuti del 13.2 %. Un totale di 1,493,153 unità segna il nuovo record di vendite globali per il gruppo BMW.

Dove è stato costruito questo successo?

In Asia, BMW Group  ha guadagnato ben il 36.5% ad Ottobre arrivando a 41,028 veicoli (precedente 30,067), arrivando ad un totale di 398,870 veicoli in tutto il continente asiatico. Nello specifico il mercato Cinese ha avuto un incremento di 27,828 veicoli in Ottobre, pari ad un sonoro +51.7%.

Il successo è tutto da attribuire alla nuova gamma, prodotta in loco, che comprende BMW X1, BMW X3 e la nuovissima Serie 3 a passo lungo (Li)

In America, il BMW Group ha rafforzato la propria posizione con un vendita – in Ottobre – di 39,154 vetture, segnando un incremento del 20.0% rispetto all’anno precedente (32,626). Dall’inizio dell’anno sono state 330,042 le vetture che sono state vendute sul continente americano(precedente anno 306,190/ +7.8%).

Nello specifico, negli Stati Uniti, il BMW Group ha visto crescere la propria quota del 18.5% ad Ottobre a 32,339 vehicles (anno precedente 27,288).

In Europa, il BMW Group ha consegnato 71,368 vetture il mese precedente (anno 2011 71,587/-0.3%). Valutando sul periodo Gennaio-Ottobre, il Gruppo dell’Elica ha visto restar costanti il proprio volume di vendite pari a 711,197 veicoli consegnati (anno precedente 706,600/ +0.7%).

Nello specifico dei singoli modelli abbiamo una forte domanda su BMW Serie 1(+36,3 %), più distaccata la nuova BMW Serie 3 F30-F31 (+16,9 %), stabile la BMW Serie 5 che guadagna solo uno 0,1%.
La nuova BMW Serie 6 guadagna un +83,3 % passando da 1.153 unità del 2011 a 2.113 unità del 2012.

Molto bene la gamma SAV con BMW X1 a guidare la cordata con un +38,4 % ed a ruota la BMW X3 con +15,7 %. Il SAV alto di gamma X5 ed X6 mantengono bene il mercato registrando rispettivamente un +16,4 % ed un +24,4%

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *