BMW Serie 3 Touring: concretezza sopra ogni cosa

Senza perdere l’animo dinamico che ha sempre contraddistinto il marchio BMW, la nuova BMW Serie 3 Touring (codice interno F31) abbina una maggiore funzionalità e versatilità, nonché un equipaggiamento di serie che soddisfa tutte le esigenze pratiche, al concetto di “giardinetta”.
Un’auto concreta e solida e più grande del modello che andrà a sostituire entro la fine dell’anno: crescono le carreggiate (+37 mm all’anteriore, +48 al posteriore), la lunghezza complessiva (+97 mm) ed il passo (+50 mm). Centimetri che vanno soprattutto a vantaggio degli occupanti del tecnologico abitacolo e dello spazio riservato ai bagagli che sale a 495 litri (+35). Inoltre l’equipaggiamento di serie è maggiormente focalizzato sulle esigenze pratiche del cliente, come per esempio lo schienale del divanetto posteriore ripiegabile nel rapporto 40:20:40 o il portellone posteriore a comando automatico con lunotto ad apertura separata, la copertura in acciaio inossidabile lungo il bordo di carico dall’altezza di solo 62 centimetri, la rete di separazione avvolgibile e la tendina di copertura depositabile sotto il piano di carico dimostrano che tutto è stato rivisto in chiave pratica.

Proprio come sulla berlina, la Serie 3 Touring sarà offerta in tre livelli di allestimento: Sport Line, Luxury Line e Modern Line, ognuno caratterizzato da dettagli estetici e telaistici specifici.

Le nuove motorizzazioni
Fanno il loro debutto sulla BMW Serie 3 Touring, i nuovi motori a 4 e 6 cilindri – benzina e diesel – che avevamo già apprezzato sulla berlina F30. Qui abbiamo la punta di diamante caratterizzata dal possente 6 cilindri a gasolio da 3.0 litri con tecnologia TwinPowerTurbo da  190 kW/258 CV  e ben 560 N m di coppia motrice costante da 1500 a 3000 rpm.
Rispetto al motore precedente, il sei cilindri diesel rivisitato da 3 000 cm³ offre dei valori di attrito interno inferiori, un peso ridotto e un impianto d’iniezione ottimizzato.
Oltre ad un afflusso d’aria modificato con lunghezze dei condotti ridotte, anche l’albero motore a peso ottimizzato favorisce la migliore rapidità di risposta del sei cilindri.
In più, l’ottimizzazione del sistema d’iniezione Common-rail con iniettori elettromagnetici che funzionano a una pressione massima di 1 800 bar contribuisce ad incrementare la coppia e la potenza. La nuova taratura della pre-iniezione provvede a una combustione ancora più pulita, a un’erogazione della potenza particolarmente lineare ed a caratteristiche acustiche del motore diesel nuovamente migliorate. L’alleggerimento di peso della girante della turbina promuove la rapidità di risposta del turbocompressore, assicurando un’erogazione lineare già a bassi regimi motore. In combinazione con il cambio automatico a otto rapporti, la nuova BMW 330d Touring accelera da 0 a 100 km/h in solo 5,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 250 km/h, limitata elettronicamente. Grazie a un consumo combinato di carburante di 5,1 litri per 100 chilometri nel ciclo diprova UE ed ad un valore di CO2 di 135 grammi per chilometro, la potente station wagon sportiva supera il proprio predecessore con cambio automatico a sei rapporti di un notevole 15 percento.

Di serie i modelli a 4 cilindri sono equipaggiati con un cambio meccanico a 6 rapporti e disponibile come optional il nuovo ed efficiente automatico ad 8 rapporti, mentre tale trasmissione è di serie per la motorizzazioni a 6 cilindri  a ciclo diesel.

Tutte le motorizzazioni sono omologate secondo specifica Euro5, mentre a richiesta, il modello con motore a gasolio BMW 320d è disponibile anche con ulteriori interventi di ottimizzazione che permettono di soddisfare la norma antinquinamento Euro 6. Inoltre, il tasto di selezione della modalità di guida con il modo ECO PRO offre a tutte le motorizzazioni dei potenziali supplementari di risparmio.

Nuove motorizzazioni entro l’anno:
BMW 320i Touring, BMW 318d Touring e BMW 316d Touring.
Entro la fine del 2012 BMW completerà la gamma di motorizzazioni del nuovo modello Touring con tre propulsori nuovi che sono stati già montati nella berlina. Tutti i motori si distinguono per offrire dei consumi più bassi e delle emissioni ridotte dei loro predecessori.

Versatilità
Il modello Touring affascina per il proprio alto livello diversatilità. Lo schienale del divanetto posteriore è divisibile di serie nel rapporto 40:20:40, così che il bagagliaio cresce progressivamente fino a 1.500 litri. Quando vengono piegati tutti gli schienali posteriori, si forma un piano di carico quasi completamente orizzontale con zone di passaggio lisce verso i pannelli laterali. La nuova BMW Serie 3 Touring è equipaggiata di serie con un azionamento elettrico del portellone posteriore. L’apertura avviene premendo semplicemente un tasto della chiave a radiotelecomando, oppure un tasto sistemato nel montante A o nel portellone posteriore stesso. Per la chiusura è sufficiente premere il pulsante integrato nel bordo inferiore del cofano posteriore. Nell’ambito del Comfort Access è disponibile anche il sistema opzionale di apertura touchless del cofano posteriore attraverso lo Smart Opener. Per attivare tale meccanismo è sufficiente un piccolo movimento del piede nella zona centrale della coda, orientato verso la zona sotto il paraurti.

Chiave sportiva: pacchetto M-Sport
Gli altri allestimenti della vettura li conosciamo bene, quindi soffermiamoci più sulla connotazione sport che vien fornita dal pacchetto M-Sport. La nuova BMW Serie 3 Touring non viene ulteriormente rivalutata solo a livello di design della scocca e degli interni: oltre al pacchetto aerodinamico rivisitato con numerosi componenti per la carrozzeria e alla BMW Individual Shadowline lucida, a richiesta, per sottolineare ulteriormente il look sportivo, è disponibile anche l’esclusiva vernice esterna Estoril metallizzato. Ovviamente, l’immagine sportiva viene sottolineata anche dai cerchi in lega da 18 o 19 pollici nel tipico design M. Nell’abitacolo, l’ambiente sportivo/elegante viene dominato dacomponenti come i battitacco M, il volante in pelle M ridisegnato, il poggiapiedi M e lo Shortshifter M (nel cambio manuale). Guidatore e passeggero si accomodano nei sedili sportivi offerti in esclusiva per il pacchetto M-Sport nell’esecuzione stoffa/alcantara Hexagon antracite con cuciture decorative nella tinta di contrasto Königsblau.
Delle modanature interne in Aluminium Hexagoncon inserti in Estorilblau pastello o nero lucido completano l’allestimentodell’abitacolo. Tra gli equipaggiamenti tecnici siano ricordati a titolo esemplare l’assetto M-Sport e le pinze freno – optional – verniciate nel colore di contrasto blu.
Optional dinamici: assetto M Sport e assetto Sportivo adattativo M.
L’assetto M Sport abbassato di 10 millimetri offerto nell’ambito del pacchettoM Sport è ordinabile anche separatamente. Il sistema dispone di una taratura più rigida del gruppo molle/ammortizzatori e di barre stabilizzatrici più dure. Come optional è disponibile anche l’assetto Sportivo adattativo M con ammortizzatori a regolazione elettronica che adatta la linea caratteristica degli ammortizzatori al profilo stradale e alla situazione di guida momentanea. Inoltre,attraverso il tasto di selezione della modalità di guida, il conducente può variare la taratura di base dell’assetto secondo le sue preferenze personali, accentuando di più il comfort oppure le caratteristiche sportive della vettura.

Sterzo elettromeccanico aumenta l’agilità e il comfort.
Nella nuova BMW Serie 3 Touring è stato montato il nuovo servosterzo elettromeccanico EPS (Electronic Power Steering). Il sistema EPS entra in azione solo quando la servoassistenza è veramente necessaria. Oltre all’elevata efficienza, tra i pregi dell’EPS vanno ricordati l’alta precisione di sterzo con un ottimo feedback e la taratura confortevole a livello di ritorno e di ammortizzazione del rollío. La BMW 330d Touring e la BMW 328i Touring sono equipaggiate di serie con la funzione Servotronic che supporta una servoassistenza variabile in dipendenza della velocità.

Sicurezza: prima di tutto
Il guidatore viene assistito da modernissime soluzioni di elettronica di sicurezza, riunite nel sistema di stabilità di guida DSC (Dynamic Stability Control). Le funzioni del DSC includono il sistema antibloccaggio (ABS), il Controllo automatico della stabilità (ASC), il DynamicTraction Control (DTC), il Controllo dinamico dei freni (DBC) e l’assistente di frenata in curva Cornering Brake Control (CBC). Altre funzioni sono l’assistente di partenza, la funzione freni asciutti e la funzione elettronica di bloccaggio del differenziale posteriore, attivabile attraverso la modalità DSC-Off.
Inoltre è disponibile – optional – il nuovo sistema frenante potenziato Motorsport.
Delle pinze fisse in alluminio all’anteriore con quattro pistoncini davanti e pinze a due pistoncini dietro, con dei dischi dalle dimensioni maggiorate, rispetto a quelli di serie, assicurano degli spazi di frenata brevissimi e una costruzione a peso ridotto.
Tutte le tecnologie introdotte o confermate sulla berlina F30, saranno interamente travasate sulla 3er station wagon: parliamo di dispositivi come il ConnectedDrive, sistema di assistenza alla mobilità, dell’Head-Up Display, per la proiezione delle principali informazioni di guida sul parabrezza, del Lane Departure Warning, che avverte il guidatore qualora quest’ultimo superi la linea di mezzeria, e del Blind Spot Detection per il monitoraggio continuo dell’angolo morto degli specchietti retrovisori laterali.

Qui è disponibile la Press Release Completa della nuova BMW Serie 3 Touring

Gallery Completa BMW Serie 3 Touring

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *