BMW Serie 8 Coupe’: test ufficiali in Italia


BMW Serie 8 Coupe' G14 - Aprilia Test in Italy

La BMW Serie 8 Coupe’ si affina con gli ultimi test dinamici in Italia sul circuito di Aprilia. Con l’introduzione di una nuova coupe’ di segmento F, la casa Bavarese sfida apertamente la Mercedes-Benz Classe S Coupe’, proponendo una vettura lussuosa, ma sopratutto dinamica

La BMW Serie 8 Coupe’ ha linee che sono state anticipate dalla BMW Concept Serie 8 presentata al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Dopo le immagini “rubate” sulla linea produttiva ed il Teaser che anticipava l’evento di oggi pomeriggio, ecco la BMW Serie 8 Coupe’ in azione sul circuito di Aprilia in Italia. Conosciuta con il codice interno G14 – a cui seguirà la variante Cabrio G15, la BMW Serie 8 si colloca in una fascia di mercato che BMW aveva ormai abbandonato da tempo. Bisogna ritornare alla prima BMW Serie 8 di fine anni ’90 per avere una grossa vettura Granturismo, che facesse da “punta di diamante” per l’offerta BMW. La precedente BMW Serie 6 ha cercato di ripercorrere la stessa strada, ma il distacco con la Mercedes-Benz CL  – allora – era completamente incolmabile. Due filosofie distanti, ma che ora si fondono in questa vettura che verrà proposta anche in declinazione BMW M Performance (M850i) e BMW M (BMW M8).

I Test dinamici

I test drive sono stati eseguiti con un prototipo fortemente mimetizzato, che tuttavia fornisce una forte indicazione delle proporzioni tipiche delle auto sportive della nuova BMW Serie 8 Coupé. Con il suo circuito ovale lungo circa 4 chilometri, comprese curve ripide, l’area situata in prossimità di Roma offre soprattutto le condizioni perfette per i test dei coefficienti di attrito ad alta velocità e alto. Inoltre, l’accelerazione, la frenata e il comportamento di sterzo della nuova vettura sportiva vengono analizzati su circuiti, percorsi di slalom e superfici stradali diverse. Il severo programma di test facilita l’armonizzazione mirata di tutti i sistemi di guida e sospensione.

“I test drive nelle condizioni più difficili dimostrano che siamo proprio in linea con il nostro concetto per la nuova BMW Serie 8 Coupe’. I valori della dinamica del veicolo già raggiunti sono assolutamente impressionanti. I nostri clienti ed appassionati possono aspettarsi un’autentica auto sportiva”.

Klaus Fröhlich, membro del consiglio di amministrazione della BMW AG, Sviluppo e ricerca, che supervisiona il programma di test in Italia.

La nuova BMW Serie 8 Coupé viene sviluppata parallelamente e in stretto coordinamento con la BMW M8 e la BMW M8 GTE. 

Uno stile esterno unico 

I principali temi di design e le idee sviluppate, sono stati completamente riversati sulla BMW Serie 8 Coupe’ di produzione e questo è un bene. Le proporzioni in linea generale sembrano esser bilanciate fra loro. Il lungo cofano, spiovente e basso, diventa più morbido con i nuovi fari a sviluppo orizzontale, mentre il grande “doppio rene“, dona uno sguardo sia aristocratico sia aggressivo. 

Lo sbalzo posteriore è breve, con il conducente seduto apparentemente appena davanti all’assale posteriore. La combinazione con il lungo e basso cofano motore, dona alla BMW Serie 8 Coupe’ l’idea di un’auto classica e sportiva senza tempo. Il modo in cui i fianchi posteriori sporgono all’esterno, per mostrare la sua muscolatura e le proporzioni date dall’utilizzo dello schema a trazione posteriore, oltre all’immancabile “Hofmeister Kink” , sottolineano l’aggressività della vettura. È presente anche un accenno di spoiler ducktail nella parte posteriore. L’intero design della parte posteriore della BMW Serie 8 Coupe’, sembra mostrare la sua potenza e grazia. Anche se di richiamo molto “asiatico” nel complessivo, i punti chiave del design BMW sono assolutamente presenti.

Gli interni

L’interno della BMW Serie 8 Coupe’ invece una piacevole scoperta. Notiamo una plancia molto orientata al guidatore, che per certi versi ricorda quella dell’antenata BMW Serie 8 E31. Il nuovo quadro strumenti completamente digitale e la diversa integrazione del sistema di navigazione. Ora tutto appare molto più coerente.

Fari con tecnologia Full LED

L’impiego della tecnologia LED ha un duplice vantaggio per l’impiego sulle attuali vetture, primo fra tutti la velocità di attivazione delle luci di stop. Questo è un grosso vantaggio per avvisare chi segue.
I diodi luminosi (LED = Light Emitting Diodes) consumano fino al 50 percento di energia in meno rispetto alle lampade ad incandescenza ed hanno una durata maggiore.
Rispetto ad una fonte luminosa tradizionale non “bruciano” all’improvviso ma calano d’intensità lentamente.
Un ulteriore vantaggio dei diodi luminosi è il loro minore tempo di reazione rispetto alle lampadine tradizionali. Infatti trasformano immediatamente la corrente in luce, diventando visibili prima.
 
 

Potrebbero interessarti anche...