BMW X1 Hybrid: facelift e nuove ottiche fari


BMW X1 xDrive25e 2019 Spy F48 (2)

La BMW X1 sarà sottoposta ad un facelift di mezza vita, a cui si aggiunge il debutto dell’ibrida-plug-in. Balzano subito all’occhio i nuovi fari anteriori

Di contraltare alla variante “green” ci sarà la BMW X1 M35i xDrive, spinta dal 2.0 litri turbo da 306 CV

La BMW X1 – codice interno F48 – sarà sottoposta al trattamento LCI (Life Cycle Impulse, NdR) che porterà alcune novità estetiche al piccolo SAV di Monaco. Da queste nuove foto spia possiamo osservare le nuove ottiche all’anteriore ed al posteriore. Con al posteriore abbiamo uno sviluppo a più livelli della fanaleria, con il tipico “L-Shape” di BMW, così come avremo l’ingrandimento del doppio rene anteriore. Dalle foto spia abbiamo la sicurezza di non trovarci un pig nose” sproporzionati rispetto al muso della vettura, ma piuttosto un qualcosa di simile alla recente BMW X3 e BMW X4.

Piccoli ritocchi anche i paraurti anteriori e posteriori, che avranno un taglio più spigoloso con prese d’aria più grandi e anche, più in alto, con una zona abbastanza appuntita sul bordo superiore, come sulla BMW X2.

BMW X1 xDrive25e 2019 Spy F48 (5)

L’ibrida BMW X1 xDrive25e

In queste foto spia, vediamo quello che è chiaramente una vettura test ibrida plug-in della BMW X1 su strade pubbliche. Sappiamo che è sicuramente un plug-in, grazie ad alcuni segni chiave. Il primo è lo sportello di ricarica sul lato anteriore del parafango del conducente. L’altro è la “pecetta” Hybrid Test Vehicle appuntata al posteriore della vettura. Quindi non ci sono dubbi. Questa BMW X1 xDrive25e non deve essere confusa con l’imminente BMW iX1, che sarà un crossover completamente elettrico. La meccanica dovrebbe ricalcare quella della BMW 225xe iPerformance Active Tourer: 3 cilindri 1.5 litri turbo benzina e comparto elettrico sull’asse posteriore. 

La spumeggiante BMW X1 M35i xDrive

Dopo la recente presentazione della BMW X2 M35i xDrive, non mancherà la BMW X1 M35i xDrive, spinta dallo stesso 4 cilindri 2.0 litri turbo da 306 CV. Il propulsore 4 cilindri da 2.0 litri con sovralimentazione singola e tecnologia BMW TwinPower Turbo è l’ultima evoluzione del B48: sigla B48A20T1 è in grado di erogare 306 CV e 450 Nm di coppia che vengono trasmessi al suolo tramite la trazione integrale xDrive ed un cambio automatico – AISIN – ad 8 rapporti.

Avendo le medesime dimensioni e massa della BMW X2, possiamo aspettarci le stesse prestazioni, ovvero uno 0-100 km/h in 4.9 secondi sfruttando la funzione di Launch Control. Ovviamente con motore trasversale ed una impostazione a trazione anteriore, fanno sì che sia necessario – per la prima volta – un Differenziale a Slittamento Limitato M Performance, sull’asse anteriore della vettura. 

Potrebbero interessarti anche...