Gamma BMW: rimandati a Settembre

BMW Z4 sDrive35iAnche BMW effettua il suo “cambio di stagione” e lo fa aggiornando praticamente l’intera gamma delle sue vetture. Abbiamo già visto la Serie 5 F10 declinata nel M.Y. 2012, la nuova M5 F10, la Serie 6 anch’essa aggiornata con il nuovo pacchetto M-Sport ed il propulsore 640d con 313 CV, ma le novità non finiscono qui.

Le parole d’ordine per questo autunno sono EfficientDynamics, ConnectedDrive e TwinPowerTurbo. Tutta la gamma BMW verrà inondata da questi tre semplici sostantivi che racchiudono in se lo stravolgimento più grande mai affrontato – a livello meccanico – da BMW.
Partiamo con la nota “dolente” per gli appassionati: i 6 cilindri sono destinati ad esser elitari.
L’idea di base del costruttore monacense è realizzare – tramite tecnologia TwinPowerTurbo – una serie di motori modulari che siano in grado di coprire l’intera gamma propulsiva con sole 3 cilindrate possibili. Questo consente al produttore di spalmare su larga scala i costi di sviluppo ed all’utente finale di abbassare i costi di gestione.

BMW Serie 3

Partendo dal primo scalino d’aggiornamento troviamo la BMW Serie 3 della famiglia E9x.
La prossima generazione (F30, ndr) arriverà sul mercato non prima di Marzo 2012, e nel frattempo si accompagna l’attuale Serie 3 verso il viale del tramonto con ricche e particolari edizioni finali.

Le Serie 3 Coupè e Cabriolet saranno disponibili nei due nuovi allestimenti Exclusive Edition ed M-Sport Edition. Entrambi con caratteri molto decisi: il primo orientato verso il lusso, l’altro verso il piacere di guida più puro.
Inoltre – per il modello Cabriolet – sarà disponibile l’hard top in tonalità Individual a contrasto rispetto alla tonalità scelta per la carrozzeria, mentre per il modello Touring sarà disponibile la 320d EfficientDynamics Edition negli allestimenti Exclusive e Lifestyle Edition.

Partiamo dai modelli Coupè e Cabriolet, che nell’allestimento Exclusive Edition sono disponibili con cerchi da 18″ V-Spoke verniciati in tonalità Space Grey. La tonalità di carrozzeria spazia dal nuovo Mineral Grey fino ai colori Individual: la scelta è più che ampia insomma e si possono aggiungere le calotte degli specchi laterali in tonaltà Oxide Silver.

Per gli interni, ed in particolar modo i sedili, abbiamo un trionfo di pellami “Dakota” che possono essere ordinati nell’esclusivo colore Pearl Grey con cuciture a contrasto grigio o in nero con cucitura bianca a contrasto. Tappetini dal colore coordinato vanno a perfetto complemento. Ed, infine, specifica per Edition Exclusive vi sono anche le modanature interne in Bamboo Grain Anthracite.

L’allestimento M-Sport Editon, invece, è ordinabile con la nuova tonalità Silverstone in associazione ai cerchi – di derivazione M3 – da 18″ doppia razza in tonalità Ferric Grey.
Il tutto viene corredato dal BMW Individual High Gloss Shadow Line, che si occupa delle cornici laterali e delle calotte degli specchi esterni realizzati in finitura nero pece.
Il paraurti posteriore con diffusore integrato sportivo, sono verniciati in tinta con la carrozzeria, dando ulteriormente un tocco di sportività alla vettura.
La BMW Serie 3 Coupé, inoltre, può anche essere equipaggiata con uno spoiler posteriore di derivazione Motorsport come optional.

All’interno troviamo i sedili sportivi, sterzo, pedaliera in acciaio inox e il battitacco in alluminio con logo “M” per quanto riguarda il modello Edition.

Per il modello Cabriolet, in aggiunta a tutto quanto esposto sopra, vi è anche un hardtop con verniciatura a contrasto Black o Titanium Silver metallic, che può esser associato a 15 tonalità di carrozzeria differenti.

Per quanto concerne la telematica debutta il nuovo sistema RTTI (Real-Time Traffic Information) che lavora di concerto con il sistema ConnectedDrive. Disponibile da Settembre 2011, il nuovo sistema che si occupa di sorvegliare il traffico veicolare in modalità real-time in maniera tale da avvertire il guidatore di eventuali ingorghi o rallentamenti. In questo modo si è avvantaggiati nel sviluppare rapidamente un percorso alternativo e giungere più facilmente al luogo di destinazione.

BMW Serie 5

Della Serie 5 F10 e dei suoi aggiornamenti in gamma, ne abbiamo appena discusso qualche post fa, introducendovi i nuovi 4 cilindri turbocompressi da 2.0 litri e l’ampliamento della gamma a trazione integrale, oltre al debutto del motore 8 cilindri a V sulla Touring in associazione alla trazione xDrive.

BMW Serie 5 GranTurismo
La grossa novità della F07, è l’introduzione del pacchetto M-Sport sull’intera gamma.
Affinamenti dal punto di vista aerodinamico ed estetico, che coinvolgono la parte frontale della vettura con un nuovo disegno del paraurti e degli splitter. In questo modo si enfatizza l’idea di dinamicità della vettura.
Abbiamo i nuovi cerchi da 19″ con disegno a doppia razza, un nuovo reparto sospensivo – più curato nella precisione di risposta – ed una serie di particolari bruniti, quali il terminale di scarico della vettura. In opzione è possibile avere i cerchi da 20″ con disegno specifico Motorsport.
All’interno grossa cura nei particolari, per questo salotto viaggiante, che si fa dono dei nuovi sedili M, realizzati in misto stoffa-alcantara, in associazione a volante in pelle, poggiapiede e battitacco in alluminio spazzolato fregiati del logo Motorsport.
Gli inserti in Palladium Grey, con l’imperiale BMW Individual realizzato in alcantara antracite completano il pacchetto M-Sport. Per quanto riguarda gli esterni, le tonalità associate sono più di 7 tra cui la tinta opaca Carbon Black metallic.

BMW Serie 6
Come sopra, abbiamo già affrontato gli aggiornamenti che hanno riguardato la grossa coupè di monaco, tra cui l’introduzione della trazione integrale e l’utilizzo del nuovo 6 cilindri a gasolio del modello 640d.

BMW Serie 7
Proprio a settembre avremo il primo refresh dell’ammiraglia di monaco, con un nuovo sistema di proiezione Full-LED per la fanaleria anteriore e dei piccoli accorgimenti all’estetica esterna. Meccanicamente abbiamo il perfezionamento della gamma benzina e diesel e l’utilizzo del nuovo cambio ZF ad 8 rapporti.
Anche per lei abbiamo un post apposito.

BMW X1
Anche per il piccolo SAV di monaco abbiamo due grandi aggiornamenti. L’introduzione dell’allestimento EfficientDynamics Edition con il nuovo 4 cilindri a gasolio e i nuovi 4 cilindri da 2.0 litri turbocompressi che vanno ad equipaggiare i modelli sDrive20i e xDrive20i.

BMW Z4
Per la spider di monaco ci sono ghiotti aggiornamenti sul piano estetico e sopratutto meccanico.
Sempre da Settembre 2011, avremo il debutto dei nuovi 4 cilindri da 2.0 litri con tecnologia TwinPowerTurbo, che andranno a realizzare i modelli BMW Z4 sDrive20i e BMW Z4 sDrive28i.
I nuovi 4L sostituiscono in toto i “vecchi” 6 cilindri aspirati dei modelli BMW Z4 sDrive23i e BMW Z4 sDrive30i.

La scelta è giustificata poiché si riescono ad avere migliori prestazioni globali, a fronte di una diminuzione dei consumi e delle emissioni inquinanti: scusate se è poco.
Scendendo nel dettaglio tecnico, capiamo come la tecnologia TPT sia in grado di fornire tutto questo surplus accontentandosi di una modesta quantità di combustibile.
Entrambi i modelli si basano sul nuovo 4 cilindri da 1997 centimetri cubici di nuova concezione: un albero a gomiti relizzato in lega di alluminio, un trattamento DLC (Diamond-Like-Carbon) per ridurre gli sforzi d’attrito Hertziano, il sistema di iniezione diretta HPI (High Precision Injection), il sistema di alzata variabile delle valvole Valvetronic e la sovralimentazione con turbocompressore TwinScroll, lo rendono uno dei motori più all’avanguardia del palcoscenico mondiale.
Il modello Z4 sDrive20i è in grado di erogare 135 kW / 184 CV a 4 800 rpm ed una coppia massima di 270 N m disponibile da 1 250 rpm. Lo scatto da fermo viene coperto in 6,9 secondi con una velocità di punta di 235 km/h. I consumi si attestano a 6.5 litri per 100 km, mentre le emissioni arrivano a 150 grammi di CO2 al chilometro.

Il modello Z4 sDrive28i si scatena con 180 kW / 245 CV a 5 000 rpm ed una coppia motrice di 350 N m già disponibile da 1 250 rpm, garantendo una copertura del classico 0-100 km/h in appena 5.6 secondi. La velocità massima – autolimitata – è di 250 km/h.
Per quanto concerne i consumi, la Z4 sDrive28i si accontenta – secondo ciclo EU – 6.8 litri per 100 km di combustibile (-20% rispetto alla Z4 sDrive30i) ed emettendo solo 159 grammi di CO2 al chilometro.

Affinamento della tecnica è anche rivolto ai piccoli particolari quali il diverso posizionamento dei contralberi di equilibratura che eliminano le forze di inerzia del 2° ordine in maniera drastica, oppure il pendolo centrifugo che è integrato nel volano bimassa al fine di ridurre al minimo le vibrazioni. Tutto questo per rendere praticamente inavvertibile ogni tipologia di vibrazione al conducente. Se vogliamo si è cercato di rendere un 4 cilindri simile ad un 6 cilindri per rotondità di funzionamento.
L’efficienza è oltremodo migliorata grazie ai nuovi accessori a portata variabile (pompa dell’olio, pompa dell’acqua) ed al sistema Start/Stop di serie su tutta la gamma.
Altra ciliegina sulla torta è l’accoppiamento – optional – della trasmissione Zf ad 8 rapporti alla meccanica della spider di monaco.

Parlando invece del lato estetico troviamo un nuovo allestimento denominato Design Pure Balance, e l’introduzione della nuova tonalità Mineral White metallic.
Andando con ordine il pacchetto Design Pure Balance, comprende un interno realizzato in Pelle estesa Merino nella tonalità Cohiba Brown con cuciture a contrasto Lotus White. In associazione vi sono le bandelle laterali in pelle nera con cuciture a contrasto Umbra, modanature in legno Fineline Anthracite  e sedili sportivi di serie.
La tonalità Mineral White metallic è disponibile per la prima volta in associazione al pacchetto Design Pure Balance.


Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. xilan ha detto:

    finalmente arriva il 4 cilindri sulla z4. lo aspettavo come il pane

  2. detox ha detto:

    tutte banali novità per spillare denaro..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *