McLaren F1: la rete ufficiale sarà in grado di revisionarle completamente


McLaren F1 - BMW S70 - Revisione

McLaren F1: in questo servizio fotografico le officine specializzate eseguono una revisione completa del glorioso 12 cilindri a V fornito da BMW

Il V12 S70/2 da 6.1 litri da 627 CV a 7500 rpm con una coppia massima di 650 Nm a 5600 rpm. Per ogni appassionato di auto, è il V12, assieme ai leggendari del “Cavallino”

McLaren F1 è una delle vetture iconiche dei nostri tempi. Ma avere a che fare con la sua manutenzione e cura “quotidiana” può essere molto arduo per il meccanico “sotto casa”. Così McLaren ha deciso di aprire delle officine specializzate in grado di eseguire delle revisioni complete sulla vettura. Attualmente McLaren ha aperto il primo centro di assistenza in Nord America, ed ha rilasciato una serie di immagini di una F1 che ha ottenuto un servizio di revisione completa, permettendoci di vedere l’incredibile V12 in tutto il suo splendore.

Durante lo sviluppo, Gordon Murray, a capo dello sviluppo della F1, stava cercando un motore che soddisfacesse le sue incredibili esigenze. Voleva solo un motore aspirato naturalmente, per la sua risposta istantanea dell’acceleratore e la sua durata, che proveniva anche da un marchio con un pedigree da corsa e un successo comprovato. Murray inizialmente si avvicinò a Honda, con la quale la McLaren aveva precedentemente lavorato per la F1, ma la Honda rifiutò.

Così Murray si avvicinò a BMW, il cui leggendario Paul Rosche finì per progettare il motore perfetto. Ed è stato un capolavoro.

La macchina più veloce del mondo non aveva un motore 

Il piano A di Murray per la McLaren F1 era avere un motore Honda. Era del tutto logico: le vetture F1 della scuderia McLaren F1 avevano i motori Honda, e le discussioni sono diventate abbastanza avanzate, con Murray che si reca in Giappone per ben due volte. In primo luogo si sarebbe scelto un V10 o V12 da 4,5 litri, ma poi tutto è cambiato. 

“Improvvisamente qualcuno nella commercializzazione di Honda ha deciso che con la prossima Supercar di Honda avrebbe avuto uno dei più avanzati V6 da 3.0 litri.”

Murray

Questo sarebbe stato molto lontano dall’idea che volevano dare alla loro McLaren F1, anche se quel V6 avrebbe trovato i natali nella Honda NS-X.  

Quindi la McLaren F1 era pronta, ma senza un motore. Nel 1990, Murray passò davanti al garage BMW dopo la gara di Formula 1 di Hockenheim, dove vide il genio del motore Paul Rosche con una birra all’aperto. 

«Era un compagno delle mie giornate in Brabham», ricorda Murray. “ti farò un motore!” esordì Rosche.

Meno di due anni dopo, la McLaren F1 aveva un BMW V12 realizzato su misura.

Rosche ha anche dovuto sviluppare un sistema di scarico specifico per la McLaren F1 per soddisfare gli standard severi di Murray. Per fortuna lo ha fatto, poiché il suono che la McLaren F1 fa ti cambierà la vita. È il tipo di suono da V12 formicolante che gli appassionati sognano.

 
Qui troverete il nostro articolo completo sulla genesi della McLaren F1.

Potrebbero interessarti anche...