MINI 7DCT: ecco il cambio a doppia frizione

MINI 7DCT Trasmission

Sinistra: la trasmissione MINI 7DCT
Destra: la trasmissione 8AT Sport

MINI 7DCT: il cambio a doppia frizione debutta ufficialmente sul marchio MINI. Sarà esteso anche su altri modelli a trazione anteriore del gruppo BMW

Il nuovo cambio a doppia frizione con 7 rapporti, sostituirà completamente l’automatico a 6 rapporti e lo vedremo ufficialmente sui Model Year 2018 MINI. Ad eccezione dei modelli JCW dove resisterà l’automatico ad 8 rapporti di Aisin

La trasmissione a doppia frizione di MINI – MINI 7DCT – è ora reale e debutterà tra un paio di settimane. A partire dalla produzione di novembre, MINI comincerà ad abolire la tradizionale trasmissione automatica di molte delle sue vetture e sostituirla con la lunga attesa trasmissione a doppia frizione. Ma questa transizione di produzione non sarà semplice e ci saranno alcune sorprese lungo la strada.

I modelli MINI LCI faranno il loro debutto a marzo 2018. Ma il cambio di trasmissione sui modelli MINI per l’utilizzo del MINI 7DCT sulla sua gamma avrà luogo nel corso di un periodo di quattro mesi di produzione che culminerà con l’aggiornamento di mezza vita (LCI) che inizierà nel marzo 2018.

Come potete vedere nelle immagini seguenti, il lancio iniziale della trasmissione MINI 7DCT, che inizia con la produzione di novembre 2017, sarà incentrato sui modelli diesel. Infatti l’unica modifica per qualsiasi modello è la transizione da un automatico a sei velocità all’automatico a 8 velocità nella MINI 3 porte F56 JCW.

MINI 7DCT - MINI F56 F55 F57 JCW

La prossima fase del lancio del MINI 7DCT inizia nel marzo del 2018 accanto al facelift per i modelli più piccoli (F55, F56, F57).

MINI 7DCT - MINI F56 F55 F57 JCW

MINI 7DCT non per i modelli John Cooper Works

La sorpresa qui è che MINI avrà un approccio a due livelli per le trasmissioni per il prossimo futuro. Il DCT costituirà l’opzione automatica su tutte le MINI tranne per le più grandi Clubman e Countryman e tutti i prodotti JCW. Difatti, qui MINI offrirà esclusivamente l’automatico ad 8 velocità – nella piccola gamma – solo per i modelli JCW. 

Perché non utilizzare il DCT? La differenza di prestazioni tra il DCT e l’automatico a convertitore di coppia ad 8 velocità può infatti essere trascurabile. Inoltre, focalizzando esclusivamente l’utilizzo dell’ 8AT di Aisin per tutti i prodotti JCW, MINI può concentrarsi meglio sulla messa a punto di una singola combinazione di motore e trasmissione, piuttosto che avere un unico software su più modelli.

Un DCT più veloce, ma non sui modelli JCW è un controsenso?

La scelta di non utilizzare il MINI 7DCT sui modelli JCW ci appare un po’ in controtendenza. In effetti l’Aisin ad 8 rapporti è si veloce, ma non come può esserlo un DCT. L’unica cosa ci lascia pensare alla sua particola attuazione è che ci sia un valore di coppia motrice da non poter superare. Quindi i modelli JCW, più prestazionali e più ricchi di coppia, hanno necessità dell’automatico per fini strutturali e non per logica di funzionamento. Ma se c’è una cosa che BMW ha dimostrato negli ultimi anni, è che sa come perfezionare le trasmissioni automatiche per renderle al pari di una DCT. 

La nuova BMW M5, ad esempio, dispone di una declinazione specifica dello ZF8HP che, secondo quanto riferito, realizza tempi di cambiata al pari dei coevi DKG. La stessa trasmissione automatica, la ZF8HP45R, è stata sviluppata appositamente per la BMW M235i Racing; il tutto partendo da quella di serie. 

Per coloro che amano le MINI con tre pedali, ignorino tutto quanto sopra scritto. MINI continuerà ad offrire le trasmissioni manuali su tutti i modelli (non elettrificati) per il prossimo futuro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *