BMW Serie 8, quella degli anni ’90


BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (2)

Se si pensa ad una delle BMW iconiche degli anni ’90, non può venir in mente la BMW Serie 8 Coupe’

La E31 era un concentrato di tecnologia su ruote e con uno stile veramente unico

Se si focalizzano le BMW iconiche per ogni decade, vengono in mente modelli quali la BMW 328 Roadster del 1936, la BMW 502 V8 del 1954 così come la Isetta del medesimo periodo. Così come la E9 o New Six del 1968, tra cui l’iconica 3.0 CSL. Passando per la BMW M1 del 1978. A fine anni ’80 arriva lei, la BMW Serie 8 Coupe’.

La BMW Serie 8 era destinata al professionista, al milionario che stava arrivando all’aeroporto per prendere un passaggio nel proprio jet privato. Era un incrociatore autostradale. Gli esemplari “integri” della BMW Serie 8 continuano a essere scambiati per oltre 30’000 Euro nelle declinazioni BMW 850CSi. Più abbordabili le 850i e le rare, ma con minori costi di manutenzione, 840i e 840Ci.

A breve, BMW presenterà la rinnovata Serie 8, in declinazione Coupé, Cabrio e Gran Coupé, che si propone di esser il medesimo incrociatore autostradale della sua antesignana. A nostro avviso lo stile unico della Serie 8 è più vivo che mai nell’esemplare degli anni ’90 piuttosto che in questa barocca degli anni ’20.

BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (5)

La linea della Serie 8

In primo luogo si inizia con il design che mantiene ancora la prova del tempo. Il profilo della BMW Serie 8 è dominato da un cofano motore lungo e basso che si assottiglia ancora più in basso nella parte anteriore. Il lungo cofano ospita fari abbaglianti ed un naso simile a uno squalo con due reni gemelli BMW molto piccoli, ma inconfondibili. Per BMW il design della Serie 8 è stato importante in quanto la funzione ed i piccoli dettagli come i tergicristalli che sono stati nascosti sotto il lungo cofano motore, le conferiscono una linea più pulita, ma aiutano anche a ridurre la resistenza aerodinamica. 

Se ci spostiamo lateralmente, notiamo l’assenza del montante “B”, così da avere una linea di cintura pulita ed ininterrotta. I vetri laterali possono esser abbassati entrambi, quindi si crea un vano aperto con il tetto che sembra sospeso dal parabrezza al lunotto. 

La parte posteriore si assottiglia rapidamente con il lunotto sottile e piccolo che si poggia su un bagagliaio di dimensioni ragionevoli e le iconiche luci posteriori che hanno una dimensione veramente importante, fanno il resto.

BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (6)

L’abitacolo

Plancia “Driver Oriented“. Non c’è altro modo di definire gli interni della BMW Serie 8 E31. Quattro semplici quadranti, una miriade di tasti per il controllo del clima, del computer di bordo, della logica di funzionamento del cambio automatico (se presente) e comandi Radio.

Per quanto riguarda la tecnologia al servizio del guidatore, BMW ha progettato gli interni in maniera tale che ogni singolo pulsante gestisse una funzione. Vi sono diversi schermi a pixel “ambra” che mostrano fra quanto tempo sarà necessario portare la Serie 8 in officina e fra quanti chilometri. La BMW Serie 8 è stata anche la prima ad avere il sistema DSC, controllo dinamico della stabilità, e nello specifico modello destinato solo all’Europa – la BMW 850CSi – il sistema sterzante integrale sulle 4 ruote. 

I sedili sono ancora estremamente confortevoli ed offrono un buon supporto con molte regolazioni elettriche. Il design della linea esterna senza montante laterale è stato così lungimirante, tanto che BMW ha dovuto posizionare l’ancoraggio della cintura di sicurezza sulla sommità dello schienale del sedile. Dietro c’è spazio per due sedili, molto ben rifiniti, ma che non offrono chissà quanto spazio agli occupanti.

BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (4)

La progettazione al CAD

La BMW Serie 8 era la prima auto realizzata da BMW completamente progettata su un computer. BMW ha utilizzato il CAD per creare la forma elegante della Serie 8 che spinge il vento con un basso coefficiente di resistenza pari a 0,28La Serie 8 è stata progettata come un grand tourer, un incrociatore da autostrada. Semplicemente divora strada aperta e implora per lunghi viaggi su strada ad alta velocità. BMW non ha mai rilasciato una variante della M8.

Le innovazioni

Tra le altre nuove caratteristiche della BMW Serie 8 sono stati il sistema di cinture integrato ai sedili, una colonna dello sterzo a regolazione elettrica con funzione di memoria, un retrovisore interno schermabile automaticamente, il telecomando per la chiusura centralizzata ed un computer di bordo ad alte prestazioni. Un sistema elettrico multiplex presentato per la prima volta, con il trasferimento dei dati da diversi sistemi attraverso lo stesso condotto, migliorando l’affidabilità e riducendo il peso. Sia i finestrini anteriori che i posteriori della Coupé possono essere completamente retratti. E per la prima volta in una coupé i finestrini laterali anteriori che si abbassano o sollevano quando le porte vengono aperte o chiuse, migliorando la tenuta e riducendo il rumore del vento.

BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (10)

12 bambini per una Coupè 2+2

La seconda BMW, dopo l’ammiraglia 750i, ad aver il primo V12 del dopoguerra realizzato dalla casa tedesca. Forte di 5.0 litri di cilindrata, sviluppata 220 kW / 300 CV con un picco di coppia di 450 Nm, che consentivano allaleggiadra” coupè da 1790 kg di coprire uno 0-100 km/h in appena 6.8 secondi e toccare i 250 km/h (autolimitati).

Tutto era scaricato al suolo mediante una trasmissione a 6 rapporti manuale (o automatica ZF a 4 rapporti) che si raccordava con l’innovativo asse posteriore multilink a 5 bracci. Per tenere il tutto sotto controllo vi era il nuovo sistema ASC+T (Automatic Stability Control plus Traction) che controllava e la stabilità e la trazione della vettura. Un nuovo servosterzo sensibile alla velocità ed un raffinato sistema di sospensioni a controllo elettronico (EDC – Electronic Damper Control) che saranno il segno distintivo della BMW Serie 8.
La stampa specializzata ha definito la Serie 8, equipaggiata di tal optional, come una coupè di “velluto e seta” e come una perfetta “simbiosi di potenza e comfort”.

Diversità di gamma

Nel 1993, fece il suo debutto la BMW 850 CSi. Il V12 era cresciuto sino 5.6 litri di cilindrata e la potenza toccava ora i 280 kW / 380 CV con una coppia massima di 550 NmL’onanistico 0 a 100 km/h era portato a termine in meno di 6 secondi. Per rispondere alle capacità velocistiche della vettura, la 850 CSi venne dotata di un asse posteriore a cinematica attiva con ruote posteriori sterzanti: in velocità queste ultime si orientavano di pochi gradi nella stessa direzione delle anteriori per aumentare la stabilità di marcia e conferire un miglior controllo del veicolo nelle manovre evasive. Questo sistema elettroidraulico è stato il precursore dell’ Integral Active Steering disponibile per l’odierna BMW Serie 7, Serie 5 e Serie 8.

Aggiornamenti a metà anni ’90

Con il lancio della BMW 850 CSi, il modello esistente venne rinominato in 850 Ci ed assunse una serie di piccole modifiche: airbag per il guidatore ed il passeggero, telecomando a raggi infrarossi e schienali dei sedili posteriori pieghevoli. Nello stesso periodo venne reso disponibile in opzione il DSC (Dynamic Stability Control) ed il cambio automatico con controllo adattativo. Nell’autunno del 1994 il motore della 850 Ci fu sostituito da una rinnovata unità V12 da 5,4 litri e 240 kW / 326 CV di potenza, che i clienti potevano scegliere di combinare con un nuovo cambio automatico a cinque marce.

BMW Serie 8 E31 - BMW 840Ci US Spec Test Drive (12)

La BMW 840 Ci entrò invece a listino nel 1993, forte del proprio V8 da 4 litri e 210 kW / 286 CV di potenza. Un totale di 30.621 esemplari della BMW Serie 8 sono stati prodotti fino al 1999. 24 di questi sono stati realizzati a mano nello stabilimento di Rosslyn in Sud Africa. Tutto questo perchè era più conveniente costruire l’auto in loco, piuttosto che importarla completa.Più di due terzi di tutte le Serie 8 Coupé costruite sono dotate di motore 12 cilindri e solo una su sei è dotata di cambio manuale a sei marce. La BMW 850 CSi, top di gamma, è stata prodotta in appena 1.510 esemplari totali ed era opzionabile con la sola trasmissione manuale.

 

Potrebbero interessarti anche...