BMW M135i xDrive 2019: 4 cilindri turbo al Nurburgring


BMW Serie 1 F40 2019 Spy (2)

La BMW M135i xDrive 2019 è stata immortalata in questo video sul difficile circuito del Nurburgring

Il suono è quello di un 4 cilindri 2.0 litri turbo!

Il video blogger Automotive Mike ha immortalato, durante l’Industry Pool al Nürburgring, i test della BMW M135i xDrive 2019.

Se sei un purista BMW, potresti voler smettere di leggere qui. Perché, ti chiedi? Perché abbiamo un cambio radicale, dove il modello di accesso alla gamma BMW sta perdendo uno dei suoi punti chiave: la trazione posteriore. Ma è davvero così malvagia questa nuova antagonista alla Mercedes-Benz Classe A? Cerchiamo di vedere il tutto sotto un altro punto di vista.

L’attuale BMW Serie 1 F20 / F21 è un vero spasso da guidare su una strada tortuosa. È veloce, allegra e comunicativa. Sfortunatamente, l’aspetto negativo di questo è il poco spazio a disposizione per i passeggeri posteriori ed il vano bagagli, a causa della trazione posteriore.

Per aggirare questa situazione di stallo dell’abitabilità interna (ed ammettiamolo, per spalmare i costi produttivi della piattaforma LU-EVO a trazione anteriore), BMW ha trasformato la Serie 1 in trazione anteriore. Ma si guiderà bene come il suo predecessore? Molti utenti sono scettici ed hanno sollevato dubbi, ma BMW sta dando il meglio di sé utilizzando l’ultima piattaforma LU-EVO.

Attenzione però, i più informati penseranno si tratti della medesima piattaforma utilizzata dalla BMW Serie 1 Sedan destinata al mercato Cinese e Messicano: nulla di più sbagliato. La Serie 1 Sedan è basata sul vecchio pianale UKL1, mentre questa avrà i natali sulla sua evoluzione. 

BMW Serie 1 2019 F40 Spy (7)

Solo 5 porte, più leggera e più spaziosa

Liberatasi dal “fardello” della trazione posteriore, la BMW Serie 1 sarà proposta esclusivamente in declinazione 5 porte, ma avrà dalla sua una maggior leggerezza del telaio, maggior spazio interno per passeggeri e bagagli ed inoltre sarà disponibile – anche – in mise ibrida. Per chi vorrà uno spirito più incline al mondo “Sport” dovrà rivolgersi alla trazione integrale xDrive che verrà offerta di serie sulle motorizzazioni più potenti. 

Motori 3 e 4 cilindri, anche ibridi

La gamma motori è quella che subirà un altro duro colpo: addio 6 cilindri in linea. Questo perché non è possibile installare un L6 trasversalmente, almeno non per BMW. Quindi si partirà con il 3 cilindri turbo benzina da 1.5 litri fino ad arrivare al 4 cilindri 2.0 litri in declinazione single turbo (TwinScroll) della BMW M135i xDrive, ossia l’esemplare immortalato in questo video.

I propulsori meno potenti saranno abbinati alla trazione anteriore ed alla trasmissione manuale a 6 marce (optional l’automatico ad 8 rapporti realizzato da Aisin), mentre su alcune motorizzazioni sarà disponibile il nuovo doppia frizione a 7 rapporti. Ovviamente non mancheranno le declinazioni a gasolio, tutte biturbo, per ottemperare alle normative anti-inquinamento Euro6d-TEMP e filtro antiparticolato con l’aggiunta del sistema SCR con AdBlue. Non dimentichiamo che il filtro anti-particolato sarà installato anche sui modelli benzina con la nomenclatura OPF (Otto Particulate Filter, Filtro Anti-Particolato Benzina). Ci saranno almeno due modelli ibridi, uno Mild-Hybrid ed uno ibrido plug-in con una autonomia di oltre 50 km.

BMW Serie 1 2019 F40 Spy (2)

La BMW M135i xDrive

La precedente Serie 1 con sigla M135i era spinta dal 6 cilindri 3.0 litri N55 single turbo che era in grado di erogare circa 320 CV. Da ora non sarà più così. Avremo il nuovo B48TU da 2.0 litri, 4 cilindri, sovralimentato con turbocompressore TwinScroll ed in grado di erogare poco oltre 300 CV che saranno scaricati al suolo attraverso il sistema integrale di BMW xDrive. Questo top di gamma affronterà Audi S3 e Volkswagen Golf R, oltre alla Mercedes-Benz 35AMG.

Lo stile con proporzioni da trazione anteriore

Purtroppo, la BMW Serie 1 2019 perde il cofano allungato, le proporzioni sono riviste con sbalzi più lunghi, ma con un cofano che al contempo si è appiattito ed una fiancata molto più lineare. Il classico “gomito di Hofmeister” è mitigato all’interno della curvatura della finestratura laterale, un po’ come è accaduto sulla nuova BMW Serie 3 G20.

Anche la griglia a doppio rene firmata BMW si allontana dalla norma con un design spigoloso, ampio e aggressivo. Probabilmente, si potrebbe quasi etichettare il nuovo design generale come simil BMW X2 orientato all’asfalto, ma senza il rivestimento simile a SUV.

Aspettatevi che la nuova BMW Serie 1 debutterà verso la fine dell’anno o nel primo trimestre del 2019, possibilmente al Salone di Ginevra, con un modello BMW M Performance che seguirà entro i prossimi 6-12 mesi.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...