BMW Serie 1: al ‘Ring con il 4 cilindri Turbo


BMW Serie 1 2018 Spy - F40 (6)

La futura BMW Serie 1 è qui immortalata sulle curve del Nurburgring a dar fiato ai 4 cilindri sovralimentati del modello M135i xDrive

Con il passaggio alla piattaforma FAAR-WE, trazione anteriore o integrale xDrive, la BMW Serie 1 utilizzerà solo motori 3 e 4 cilindri abbinati alla trasmissione manuale 6 rapporti, automatica a 6/8 rapporti (Aisin) e doppia frizione a 7

Con il passaggio alla piattaforma FAAR-WE, la stessa di MINI, la nuova BMW Serie 1 – codice interno F40 – effettua una rivoluzione completa: trazione anteriore o integrale xDrive (per le motorizzazioni più potenti) ed addio ai 6 cilindri in linea. Solo motori 3 e 4 cilindri abbinati alla trasmissione manuale 6 rapporti, automatica a 6/8 rapporti (Aisin) e doppia frizione a 7 marce.

Da queste immagini in pista non abbiamo nulla di nuovo sull’aspetto estetico: la vettura è esattamente come la conosciamo da questi Spy invernali, ma possiamo saggiare le qualità dinamiche ed acustiche del 4 cilindri 2.0 litri, con tecnologia BMW TwinPower Turbo, che spinge la M135i xDrive.

Trazione integrale, automatico Aisin ad 8 rapporti, e due bei cannoni allo scarico. 

Perchè addio alla trazione posteriore? Per far spazio ai bagagli ed all’abitabilità interna

Il grosso tallone di Achille dell’attuale BMW Serie 1 è l’abitabilità interna. La particolare disposizione meccanica della vettura (trazione posteriore, motore longitudinale) obbliga ad erodere spazio all’interno dell’abitacolo per poterlo destinare al vano motore ed agli organi di trasmissione. Questo consente di mantenere un elevato standard nelle dinamiche di guida più “allegre”, ma risulta un handicap nella vita di tutti i giorni.

Avere un bagaglio ridotto rispetto alla concorrenza per colpa di un differenziale posteriore, non è più accettabile dagli attuali bimmers, che puntano tutto – così come la casa madre – su versatilità, connettività e tecnologia.

Il motivo principe è solo uno: riduzione dei costi. Su una singola piattaforma nasce l’intera gamma MINI, la BMW Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer, le BMW X1 ed X2 ed ora anche la futura BMW Serie 1 F40, che sarà disponibile esclusivamente in declinazione 5 porte.

Vedremo come si comporterà con  la nuova Mercedes-Benz Classe A e la prossima Audi A3 che dovrebbe apparire a breve. Per BMW questa nuova Serie 1 potrebbe rivelarsi come una chiave di volta totale o un flop senza precedenti. Noi ci auguriamo che sia come sempre un successo per via dei contenuti esclusivi che può offrire, ma siamo curiosi – come voi – di capire quali siano rispetto alle due succitate concorrenti.

 

Potrebbero interessarti anche...