Elettromobilità: il BMW Group guarda al futuro!


BMW Group

Il BMW Group rimane fermamente impegnato nel seguire la sua strategia lungimirante, nonostante le difficili condizioni attuali

“Il nostro approccio lungimirante ha priorità assoluta. In particolare, in tempi di incertezza, manteniamo l’attenzione sul futuro e sul prendere le decisioni che porteranno al successo di domani. Ci distinguiamo in termini di affidabilità e continuità nel perseguire i nostri obiettivi. Il BMW Group vanta oltre 100 anni di esperienza nel gestire processi di trasformazione complessi e l’instabilità di un mondo in rapida evoluzione. Questo è il motivo per cui consideriamo le situazioni più impegnative come un’opportunità per andare avanti e rafforzare la nostra posizione di leader nel mercato. Stiamo implementando la nostra strategia in modo rigoroso e investendo ampiamente nelle tecnologie del futuro, nonostante il contesto incerto di oggi”.

Harald Krüger, Presidente del Consiglio di amministrazione di BMW AG

Nuovi investimenti per Ricerca e Sviluppo

Le spese di ricerca e sviluppo nei primi nove mesi del 2018 hanno superato il valore corrispondente dello scorso anno di circa 400 milioni di euro e sono state pari a 3.881 milioni di euro (+ 11,4%). Come riportato in precedenza, le spese di ricerca e sviluppo per l’intero anno raggiungeranno probabilmente il 7% dei ricavi del Gruppo nel 2018 (2017: 6,2%). Questo livello di spesa è stato raggiunto nel terzo trimestre, con un rapporto R&S del 6,9%. A € 2.889 milioni, le spese in conto capitale nei nove mesi da gennaio a settembre sono aumentate anche rispetto all’anno precedente (2017: € 2.817 milioni). Oltre ad accelerare il lancio di nuovi modelli, l’attenzione si concentra sull’espansione del business nei settori della mobilità elettrica e della guida autonoma. In qualità di principale fornitore mondiale di mobilità premium, il BMW Group mette al primo posto i bisogni e i desideri dei propri clienti e continua il suo lavoro innovativo sui quattro topic ACES(Autonomi, Connessi, Elettrificati e Servizi/Sharing).

4 milioni di vetture prodotte a Spartanburg

In particolare, negli ultimi mesi, il BMW Group ha elaborato un piano strategico volto a garantire il suo futuro successo su una base sostenibile. Il BMW Group sta rafforzando la sua rete di produzione globale, concentrandosi intensamente su EuropaCina e Stati Uniti. A settembre, il quattro milionesimo veicolo è stato prodotto a Spartanburg negli Stati Uniti, il più grande stabilimento di produzione del Gruppo nel mondo. Il BMW Group sta attualmente investendo su vasta scala nello stabilimento di Spartanburg, preparando l’impianto per le future generazioni di modelli BMW X e aumentando la forza lavoro locale da circa 10.000 dipendenti attuali a 11.000 dipendenti entro il 2021. Oltre alle 1.400 BMW X3, X4, X5 e X6 attualmente prodotti giornalmente a Spartanburg, a partire da dicembre la nuova BMW X7 diventerà il quinto modello BMW prodotto nello stabilimento della Carolina del Sud.

Espansione rigorosa della mobilità elettrica

Con il lancio della BMW i3, il BMW Group si è ben presto affermato come pioniere nel campo della mobilità elettrica. L’elettrificazione è uno dei pilastri fondamentali della strategia del Gruppo NUMBER ONE > NEXT. Entro il 2021, il BMW Group avrà cinque modelli completamente elettrici: la BMW i3, la MINI Electric, la BMW iX3, la BMW i4 e la BMW iNEXT. Entro il 2025, quel numero è destinato a crescere fino ad almeno dodici modelli. Includendo ibridi plug-in – la cui autonomia elettrica aumenterà significativamente nel prossimo anno – il portafoglio di prodotti elettrificati del BMW Group comprenderà quindi almeno 25 modelli.

La quinta generazione della mobilità elettrica è qui

Il BMW Group sta attualmente sviluppando la quinta generazione della sua trasmissione elettrica, in cui l’interazione tra motore elettrico, trasmissione, elettronica di potenza e batteria sarà ulteriormente ottimizzata. L’integrazione del motore elettrico, della trasmissione e dell’elettronica di potenza riduce sensibilmente i costi. Un altro vantaggio consiste nel motore elettrico che non richiede terre rare, consentendo al BMW Group di ridurre la dipendenza dalla loro disponibilità. La quinta generazione della trasmissione elettrica verrà installata per la prima volta nella BMW iX3 nel 2020.

Condizioni difficili per l’anno finanziario 2018

Come annunciato il 25 settembre 2018, diversi fattori aggiuntivi hanno ulteriormente limitato le prestazioni aziendali nel terzo trimestre. A differenza di molti dei suoi concorrenti, il BMW Group ha implementato i requisiti previsti dai regolamenti WLTP in una fase anticipata. Il passaggio al nuovo ciclo di test WLTP ha comportato notevoli alterazioni dell’offerta in Europa e una concorrenza inaspettatamente intensa, dato che numerosi modelli di concorrenti senza certificazione WLTP sono stati immatricolati prima del 1° settembre.

Di conseguenza, nell’ambito della sua strategia di produzione e vendita e concentrandosi sulla qualità degli utili, il BMW Group ha deciso di ridurre la pianificazione dei volumi. Allo stesso tempo, l’incremento delle misure di garanzia e correntezza ha comportato aumenti significativi dei fondi del segmento Automotive. Inoltre, i conflitti commerciali internazionali in corso hanno avuto l’effetto di aggravare la situazione del mercato e alimentare l’incertezza dei consumatori. Queste circostanze hanno provocato distorsioni della domanda inaspettatamente gravi e quindi una pressione sui prezzi in diversi mercati.

Cartella stampa Q3 2018

Potrebbero interessarti anche...